Indycar | GP Iowa – gara 2: Newgarden vince ancora!

Indycar | GP Iowa – gara 2: Newgarden vince ancora!

23 Luglio 2023 0 Di Luca Martinelli

Josef Newgarden sempre più re degli ovali, seconda vittoria in due giorni. Secondo posto per il poleman Power e terzo per Palou

Josef Newgarden vince per la quarta volta in stagione, 4 vittorie in quattro piste ovali. L’americano si conferma dominatore assoluto degli ovali e accorcia nuovamente in campionato. Seconda posizione per Will Power che fa leggermente meglio di gara 1 posizionandosi sul podio. Buona prestazione per Alex Palou, il leader di campionato recupera dalla 12a posizione senza grandi acuti ma con costanza limitando i danni in campionato.
Quarta posizione per un sorprendente Rosenqvist che sbuca dal nulla a 3/4 di gara grazie a una buona strategia. Quinto posto per McLaughlin che non è riuscito a confermare il podio del sabato mentre deludono Ericsson e O’Ward entrambi costretti a lottare con la loro auto. Squalificato Robb dopo il grande spavento causato da un errore nell’avvitamento di una ruota.

Qualifiche

Le qualifiche hanno visto primeggiare Will Power, che si è preso entrambe le pole position con un buon margine sugli inseguitori. A partire secondo oggi c’è Scott McLaughlin, seguito da un buon Malukas, un ottimo Carpenter e Herta. Solamente 7° il vincitore di ieri Newgarden e 12° il leader di campionato Palou.

La griglia di partenza

Il racconto della gara

Green green green!

Power scatta bene e mantiene la testa su McLaughlin, a centro gruppo Newgarden e O’Ward risalgono la classifica di gran carriera. Carpenter e Malukas dimostrano di non avere ritrmo e retrocedono velocemente in classifica. O’Ward in un solo giro è riuscito a superare 5 concorrenti tutti all’esterno con una velocità di percorrenza incredibile. Grande partenza anche Ericsson, partito dalla 5a fila è riuscito a portarsi in 3a posizione.

Al giro 27 si accende la battaglia per la testa, McLaughlin si fa minaccioso negli scarichi di POwer, due giri dopo McLaughlin affonda il sorpasso ma trova traffico. Questo permette ai 2 piloti di percorrere in giro intero appaiati ruota a ruota. Questa battaglia ha permesso a Newgarden di avvicinarsi ai primi 2 e superarli di slancio con un bellissimo sorpasso.

Dopo 50 giri: Newgarden vola, l’unico a reggere il passo è McLaughlin, più staccati ci sono O’Ward, Dixon e Malukas. Ericsson e Power, crollati dopo 30 giri sono rispettivamente in 6a e 7a posizione.

I primi pit stop

Dopo 52 giri rientrano Power e Malukas, tutto ok per n. 12 mentre un po’ di tempo perso per Malukas. Due giri dopo rientrano tutti gli altri in testa al gruppo, Newgarden, McLaughlin, O’Ward e Dixon. Rosenqvist prende la testa della gara.

All’uscita della pit lane, Power è riuscito a recuperare 4 posizioni, mentre O’Ward ne ha perse quattro a causa di problemi con il cambio della gomma posteriore sinistra, ora è settimo.

La situazione dopo 70 giri:
1. Newgarden
2. McLaughlin +1.4
3. Dixon +9.7
4. Power +13.2
5. O’Ward +13.5

Al giro 80 sono soltanto 9 i piloti a giri pieni!

Si accende la battaglia per la 4a posizione! Power, O’Ward e Ericsson si danno la battaglia per la quarta posizione. Dopo qualche giro in cui i tre sono rimasti appiati, il n. 5 e il n.8 hanno avuto la meglio sulla vettura numero 12.

Caution!

Agustin Canapino sbatte contro il muro e tempestivamente viene inserita la pace car. Peccato però che Canapino non abbia subito alcun danno. Tutti i piloti non doppiati ne approfittano per effettuare la loro seconda sosta. Al giro 100 anche tutti gli altri.

La ripartenza

Newgarden scatta bene e prende subito qualche metro di vantaggio con McLaughlin. Un giro dopo McLaughlin ci prova su Newgarden ma non ci riesce. Qualche posizione dietro Ericsson è partito con il turbo riuscendo a recuperare 3 posizioni.

Terza sosta, Pato O’Ward è in crisi piena, la n.5 non sta più in pista ed è costretto ad uno stop anticipato. Però, qualche giro più tardi si fermano tutti e quindi O’Ward torna in gara.

Pericolo in pista!

Si stacca una ruota non montata bene a Robb! Grande pericolo in pista perché la ruota rimane in carreggiata in un punto con poca visibilità per i piloti. Rapido intervento per i commissari che introducono la pace car.
Anche se rientrati da poco, alcuni piloti come McLaughlin, O’Ward e Palou rientrano a fare rifornimento.

Il pilota è stato squalificato per il resto della corsa

La ripartenza

Newgarden approfitta dei doppiati tra se e Power per scappare subito, dietro O’Ward supera nuovamente parecchi concorrenti all’esterno con grande velocità.

La situazione al 180° giro:
1. Newgarden
2. Power +0.7
3. Rosenqvist +4.0
4. Dixon +4.9
5. McLaughlin +4.9

Tra il giro 198 e il giro 200 tutti effettuano la loro ultima sosta, all’uscita dai box Rosenqvist (2°) e Palou (5°) guadagnano posizioni ai danni di Power, McLaughlin e Herta, Dixon.

Grande battaglia tra O’Ward e Dixon, i due piloti percorrono una decina di giri quasi appaiati tra loro. Ad avere la meglio è il messicano che ora tallona Herta.

Caution

Episodio identico a quello di Canapino, il pilota coinvolto però è Hunter-Reay. Nessun detrito in pista, direzione gara intervenuta troppo tempestivamente.

La ripartenza a 5 giri dal termine

Newgarden scatta bene, dietro Power sorpassa Rosenqvist che perde tempo e viene passato sanche da Palou. Dietro Ericsson ha un problema all’auto e perde terreno.

Bandiera a scacchi!

Josef Newgarden vince ancora! Seconda vittoria in 2 giorni per il numero 2. Segue il poleman Power e il leader di campionato Palou, quarta posizione per Rosenqvist e quinta per McLaughlin. Deludono Pato O’Ward e Marcus Ericsson, entrambi partiti molto bene ma costretti a lottare contro le rispettive auto. Squalificato Robb

La classifica finale:

+ posts