WRC | BREAKING: Ott Tänak torna in Hyundai per il 2024

WRC | BREAKING: Ott Tänak torna in Hyundai per il 2024

3 Ottobre 2023 0 Di Sebastiano Vanzetta

Dopo una sola stagione in M-Sport, Ott Tänak ha trovato l’accordo con Hyundai per un clamoroso ritorno a partire dalla stagione 2024.

Era una possibilità ma non sembrava, a questo punto della stagione, troppo concreta. Invece alla fine lo è stata per davvero. Ott Tänak torna in Hyundai a partire dal 2024. Le due parti non hanno ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali, ma la notizia è stata lanciata da più testate tra cui anche DirtFish.com, una tra le testate più autorevoli che si occupano del WRC.

La decisione di Tänak

Un fulmine a ciel sereno, quello di Tänak in Hyundai, arrivato appena due giorni dopo la vittoria in Cile a bordo della Puma Rally1, e che noi di Fuori Pista avevamo battezzato come possibile risultato che avrebbe potuto convincere l’estone a rimanere nel team inglese.

Probabilmente però, al netto del successo in terra cilena, Tänak aveva già preso la sua decisione. Verosimilmente, non sono stati solo i risultati a bordo della Puma a pesare, ma anche un possibile mancato accordo con M-Sport sull’ingaggio, dal momento che quest’anno il ritorno di Tänak ha significato per il team di Malcolm Wilson correre con due sole Puma.

Tänak in Finlandia nel 2022

Ciò che ha pesato di più, secondo la fonte, è il fatto che in Hyundai quest’anno è arrivato un nuovo team principal, Cyril Abiteboul, e che c’è stata una grossa riorganizzazione ai piani alti. Questo ha convinto Tänak a tornare nel team coreano dal quale è scappato a fine 2022 a causa delle preferenze verso Thierry Neuville.

Tänak torna dunque nel team dove ha corso per tre stagioni, tra 2020 e 2022, raccogliendo 5 vittorie e un 2° posto nel mondiale piloti nel 2022.

Hyundai 2024

Il belga però sarà in Hyundai anche nel 2024, e quindi in questo senso sarà quantomeno curioso capire come si struttureranno le gerarchie per il prossimo anno e come verranno gestiti due galli in un pollaio da parte di Abiteboul. Non sarà facile soprattutto per Neuville, che vede tornare accanto a sé un top driver con già un campionato del mondo sulle spalle, risultato che a Thierry ancora manca. Dovrà essere bravo a gestire la pressione, perché Tänak torna sicuramente per puntare al mondiale. Se fosse l’estone a farlo, sarebbe un’onta clamorosa per Neuville, da 10 anni volto indiscusso del programma WRC di Hyundai. Thierry ha però dichiarato, poco tempo fa, che non sarebbe stato contrario ad un ritorno di Tänak.

Dalle informazioni che arrivano, accanto a loro due l’anno prossimo si alterneranno i finlandesi Esapekka Lappi e Teemu Suninen. Il primo tornerà sfortunatamente ad un programma part-time, più per colpa del mercato che non per demeriti visto che è stato spesso più veloce di Neuville. Il secondo si è meritatamente guadagnato la fiducia di Abiteboul anche per il prossimo anno.

Conti alla mano, resta fuori Dani Sordo. Il 40enne di Torrelavega è ancora un pilota importante per Hyundai, ma potrebbe fare posto ad altri e, come paventato da alcuni, ritirarsi per svolgere un ruolo di consulenza in Hyundai. Lo spagnolo è arrivato al punto in cui ogni rally è un’occasione regalata, e non avrebbe problemi a fare un passo indietro.

Magari Hyundai, con un’occhio agli obiettivi del Promoter WRC di aumentare le Rally1 in gara, potrebbe sporadicamente mettere a disposizione una quarta Hyundai da affidare proprio a Sordo. Oppure, come altra opzione, al campione WRC-2 Emil Lindholm che quest’estate è entrato nel team WRC-2.

M-Sport 2024

Probabilmente, la voglia di indirizzare lo sforzo economico fatto per Tänak nel tornare a 3 vetture fisse ad ogni evento ha spinto M-Sport a non mettere troppo sul tavolo per tenersi l’estone. Ma la mossa del campione del mondo 2019 smuove il mercato soprattutto per il team inglese, che ora ha veramente tanta scelta per il 2024.

Il ritorno in Hyundai di Ott può certamente favorire Pierre-Louis Loubet, che nonostante un 2023 povero di risultati potrebbe riuscire a tenersi il posto senza rischiare di tornare nel WRC-2. Si spalancano le porte anche per Adrien Fourmaux, voglioso di ritornare sulla Puma sulla quale ha già corso nel 2021. Nel 2022 è cresciuto tanto e ha sfiorato più volte la vittoria sulla Fiesta Rally2 del team.

M-Sport potrebbe fare un pensierino anche su Grégoire Munster. Anche se più verosimilmente il lussemburghese, spalleggiato finanziariamente da Jourdan Serderidis, verrebbe indirizzato verso un programma di crescita part-time continuando anche nel WRC-2.

C’è inoltre la possibilità che il team punti su qualcuno che possa andare forte da subito o su qualcuno d’esperienza. In questo caso i profili potrebbero essere quelli di Oliver Solberg come nuovo talento da tenersi stretto, e Andreas Mikkelsen come pilota veloce e con tanta esperienza alle spalle. Entrambi non hanno nascosto il desiderio di tornare in Rally1 e questa potrebbe essere una ghiotta occasione.

Soprattutto nel caso di Mikkelsen, M-Sport potrebbe andare a prendere un pilota con un’esperienza pari o quasi a Tänak senza dover spendersi troppo per l’ingaggio, mettendo sotto contratto qualcuno in grado di sviluppare la vettura.

Seguici sui social!

Sei un grande appassionato del WRC o della Formula 1? Vuoi seguire tutte le news? Bene! Seguici sui nostri canali Instagram e Telegram! Mi raccomando, se ritieni interessanti i nostri articoli, condividili con chi vuoi. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

+ posts