Lorenzo Baldassarri, talento smarrito? Il 2021 sarà la stagione della verità

Lorenzo Baldassarri, talento smarrito? Il 2021 sarà la stagione della verità

8 Marzo 2021 0 Di Stefano Ferrari
Tempo di lettura: 4 Minuti

Nelle ultime tre stagioni Lorenzo Baldassarri ha avuto degli avvii brillanti per poi perdersi gradualmente durante il campionato. Come mai un pilota così veloce non è ancora riuscito a concretizzare il suo talento?

Il ritorno nel team Forward in sella alla Mv Agusta F2 nel 2021 potrebbe essere l’occasione giusta per Lorenzo Baldassarri, dopo tre stagioni con il team Pons ricche di alti e bassi, o meglio altissimi e bassissimi. Durante la sua carriera in Moto2 – iniziata nel 2014 – “Balda” ha ottenuto 5 vittorie e 12 podi. Un bottino discreto ma che in relazione alla velocità mostrata dal pilota marchigiano appare molto povero. Ecco un riassunto del suo percorso nel motomondiale fino a questo momento.

Lorenzo Baldassarri arriva al motomondiale nel 2013 in classe Moto3 con il team Gresini. In tutta la stagione non ottiene neanche un punto, fortemente penalizzato dalle sue dimensioni. Per questo motivo il team Gresini decide di far salire “Balda” in Moto2 alla guida di una Suter per il 2014. In Moto2 conquista i primi punti iridati e termina la stagione al venticinquesimo posto. Nel 2015 avviene il passaggio al team Forward in sella ad una Kalex. Ottiene il suo primo podio in Australia e termina al nono posto in classifica con ben 96 punti. Per il 2016 le aspettative sono alte e infatti il pilota continua la sua graduale crescita. Giunge secondo al Gran Premio d’Italia e addirittura vince a Misano, facendo tornare l’Italia in cima alla Moto2 dopo diversi anni. La stagione termina con Baldassarri ottavo con 127 punti.

Qui Lorenzo Baldassarri festeggia la vittoria a Misano nel 2016

Nel 2017 Lorenzo Baldassarri parte come un potenziale candidato alla lotta per il titolo, vista la consolidata relazione con il team Forward e la sua costante crescita come pilota. Purtroppo diversi problemi tra i quali un infortunio fanno si che il bottino a fine stagione sia solo di 51 punti e nemmeno un podio conquistato.

L’arrivo al team Pons in cerca di conferme

Dopo tre stagioni con il team Forward, Baldassarri passa al team Pons per cercare di confermarsi tra i candidati al titolo Moto2. La stagione inizia bene con un secondo posto in Qatar e una vittoria alla quarta gara in Spagna ma nel resto della stagione “Balda” si dimostra incostante. Riesce a cogliere in totale cinque podi e il quinto posto in classifica finale. Dopo le buonissime prestazioni del 2018, nel 2019 Baldassarri rimane nel team Pons per cercare di vincere il titolo. L’avvio di stagione è strabiliante: vince tre gare su quattro e tutti pensano che sia finalmente arrivato il suo momento. Purtroppo dopo la caduta in Francia Baldassarri “perde il treno”, infatti da lì alla fine della stagione non ottiene nemmeno un podio. Conclude settimo assoluto con 171 punti.

Lorenzo Baldassarri in azione nel 2019

Nel 2020 Lorenzo Baldassarri arriva al terzo anno con il team Pons circondato da punti interrogativi. La ricerca della costanza viene interrotta dopo la prima gara – conclusa al secondo posto – a causa della pandemia da Covid-19. Al rientro in pista nel mese di luglio non riesce però a mostrare lo stesso livello della prima gara e naviga nelle retrovie per tutta la stagione, poi conclusa al dodicesimo posto. Sicuramente una delle delusioni del 2020.

Risultati alla mano, Lorenzo Baldassarri è sicuramente dotato di una grande velocità che però fino ad ora non si è concretizzata del tutto. Nel 2021 tornerà al team Forward in sella alla Mv Agusta per cercare finalmente di inserirsi tra i candidati al titolo, anche perché all’ottava stagione in Moto2 ci si aspetta davvero tanto da lui.

+ posts