Vettel: l’inizio della riscossa?

Vettel: l’inizio della riscossa?

2 Maggio 2021 0 Di Giacomo Gagliarducci

Il quattro volte campione del mondo si è preso di forza il posto nel Q3. Il Portogallo potrebbe segnare la svolta?

Mai ci saremmo immaginati un Vettel così in difficoltà in un inizio di campionato, mai avremmo pensato ad un Seb così anonimo e relegato agli ultimi posti, insomma mai ci saremmo aspettati il Seb che abbiamo visto nelle prime due gare. Eppure qualche buon segnale sembra esserci…

Negli ultimi tre anni Vettel è passato da essere il principale avversario di Lewis Hamilton a essere relegato ed etichettato come un pilota mediocre, ormai non più in grado di essere prestazionale. Era arrivato in Ferrari, nel 2015, con ambizioni grandi: conquistare il mondiale con la Rossa. Un sogno mai diventato realtà

Hamilton ha sempre vinto, anche l’unico mondiale dove la Ferrari sembrava essere davvero all’altezza del titolo: quello del 2018, gareggiato con la SF71H, “Loria” per Seb.

2019 e 2020 hanno segnato il definitivo tracollo di Seb, prima messo in ombra dall’astro nascente di Charles Leclerc e poi costretto ad un’ultima stagione da separato in casa, su una rossa opaca di colore e risultati. Sono stati indubbiamente due anni difficilissimi per Vettel che perse l’appoggio di gran parte dei tifosi Ferrari.

Il 2021 doveva essere l’anno del rilancio, l’anno con il quale tornare finalmente agli onori delle cronache in una scuderia, l’Aston Martin, che sarebbe dovuta essere in lotta per il terzo posto per il mondiale. I fatti però non sono finora andati in questa direzione: l’AM21 è apparsa una vettura decisamente mediocre nonostante le grandissime aspettative prestagionali e Vettel non ha ancora trovato il giusto feeling.

Le prime due gare di questa stagione sono state assolutamente da dimenticare: un quindicesimo posto in Bahrain con tanto di penalità annessa e un ritiro ad Imola in una gara molto sofferta. A questi risultati pessimi si aggiunge anche il fatto che Stroll, sia in qualifica che in gara, è stato finora nettamente più prestazionale.

A sopresa però le qualifiche di questo GP del Portogallo ci hanno mostrato un risultato diverso: Stroll eliminato nel Q1 e Vettel invece 10°, dentro nel Q3.

I più ottimisti e speranzosi l’hanno interpretato come un deciso squillo di tromba, il primo segnale della riscossa. Sicuramente è un segnale positivo: Vettel sta accumulando importante chilometraggio alla guida della nuova monoposto, un fatto che porterà indubbiamente a un miglioramento dei risultati

Mai una parola fuori posto, educazione massima e grande professionalità: queste le caratteristiche che sicuramente rappresentano al meglio un uomo, prima ancora di un pilota, come Seb. Un uomo che in Bahrain ha rifiutato il vaccino perché “mi vaccinerò, ma solo quando sarà il mio turno”. I tifosi meritano Seb, la F1 merita Seb.

Non ci resta che chiudere questo articolo con un augurio: Vettel è sempre andato a punti in almeno una delle prime 3 gare stagionali dal 2008…speriamo di poter continuare questa tradizione!

+ posts