Verstappen: “La situazione non è ideale”

Verstappen: “La situazione non è ideale”

8 Ottobre 2021 0 Di Daniele Donzelli

L’olandese ha espresso tutti i suoi dubbi riguardo alle prestazioni offerte dalla sua RB16B in questa prima giornata di prove libere

Sicuramente non è l’inizio di weekend che l’olandese “volante” si aspettava.

L’aria che tirava nel paddock nei giorni scorsi dava la Red Bull come favorita per la vittoria in Turchia, come suggerito da Horner in alcune dichiarazioni.

L’entusiasmo non mancava di certo a Milton Keynes, visto l’ottimo secondo posto conquistato da Max in Russia dopo essere partito dal fondo per montare la quarta Power Unit stagionale.

Il tutto condito dall’annuncio della sostituzione del motore endotermico da parte di Hamilton, costretto a scontare una penalità di 10 posizioni in griglia.

Le difficoltà, però, non hanno tardato a presentarsi in questa giornata di libere ad Istanbul.

Già in mattinata Max aveva accusato un ritardo di ben 4 decimi dal suo rivale Hamilton a parità di gomma, ma la situazione non è certo migliorata al pomeriggio.

Le parole di Verstappen

In un’intervista a skysports.com, Max ha esplicitato tutte le sue difficoltà, confermando le sensazioni degli spettatori.

Infatti, soprattutto nel corso delle FP2, in cui ha concluso solo al quinto posto, si è apertamente lamentato della macchina con la sua squadra.

L’oggetto principale delle lamentele è la stabilità della macchina nelle curve più lente.

Abbiamo cambiato alcune cose durante le prove, rispetto al mattino, ma già in quel caso non andava alla grande – ha ammesso – dobbiamo valutare e capire cosa fare. Questo circuito è diverso, non abbiamo tanti dati con queste vetture.”

Nonostante questi ostacoli, Verstappen non si dà per vinto, poiché oggi è solo venerdì, c’è ancora del tempo per poter migliorare fino a domenica, principalmente questa sera, in cui ognuno potrà apportare tutte le modifiche del caso alla propria vettura senza violare il parco chiuso:

Avremo una serata un po’ pesante per cercare di migliorare la situazione. Oggi non è stata la giornata migliore, speriamo di andare meglio noi nei prossimi giorni”.

I problemi sono stati riscontrati sia nella simulazione di qualifica che in quella di passo gara.

I risultati della sessione lo dimostrano: Verstappen ha chiuso 5° a a 6 decimi da Hamilton, finendo addirittura dietro a Sergio Perez.

Lo stesso Max riconosce che non è la situazione migliore in cui trovarsi, ma raccomanda calma al suo team:

“Dobbiamo migliorare, altrimenti la situazione non sembra essere ideale. Vedremo cosa potremo fare stasera. La penalità a Lewis? Sono affari suoi – ha voluto infine precisare – noi dobbiamo pensare a noi stessi. Oggi non è andata troppo bene. Ci dobbiamo lavorare sopra”.

Chissà che forse non sia la Red Bull a dover sperare nella pioggia, al contrario di come si pensava vista la penalità di Lewis?

Verstappen
+ posts