GP Turchia: Hamilton e quell’azzardo che non ha pagato

GP Turchia: Hamilton e quell’azzardo che non ha pagato

11 Ottobre 2021 0 Di Alessio Donzelli

Lewis Hamilton ha cercato di rimandare il pit stop, rimanendo sulle gomme intermedie iniziali fino al giro 50. La scelta non si è rivelata vincente ed Hamilton non è riuscito a giocarsi il podio negli ultimi giri del GP di Turchia.

Hamilton, dopo la sostituzione della parte endotermica del motore, è costretto a scattare 11° e a dover costruire una gara di rimonta. Al 14° giro Lewis è già quinto, dietro al compagno Bottas, a Verstappen, Leclerc e Perez. A questo punto l’obiettivo è quello di raggiungere e superare Perez, per poi cercare di lottare per il podio con Leclerc. Partiti tutti con gomme intermedie, il primo ad aprire la danza delle soste è Ricciardo al giro 20. Daniel monta intermedie nuove. Alonso decide di fermarsi al 32°. Questo viene comunicato via radio ad Hamilton.

Giro
32BonningtonAlonso sta uscendo dai box ora. Dovrebbe essere 5 secondi avanti.
32HamiltonStiamo gareggiando contro Alonso?
32BonningtonNegativo.
32HamiltonSu che gomme è?
32BonningtonAlonso ha montato intermedie nuove. Ti teniamo aggiornato sulle condizioni.

Nel mentre il 7 volte campione del mondo si avvicina a Perez. Al 34° giro Lewis ci prova, ma Perez lo tiene dietro con una difesa stupenda. Le gomme di chi non si è fermato sono distrutte, mentre chi ha effettuato la sosta comincia ad avere un buon ritmo. al 37° giro Verstappen si ferma e riesce, garzie alla precedente lotta tra Hamilton e Perez, a mettersi davanti ai 2. Cambia le gomme anche Sainz.

La scelta di molti, tra i quali il leader Bottas, comincia ad essere quella di fermarsi. Non è così per Leclerc, che vuole rischiare per ottenere un risultato clamoroso. Vettel prova a montare le slick, ma fa una fatica tremenda a rimanere in pista, per poi tornare subito ai box. Hamilton avrebbe potuto provare a guadagnare la posizione con Perez, che si è fermato al giro 38, con l’undercut. Eppure il britannico preferisce rimanere fuori. Il suo obiettivo è quello di arrivare alle condizioni da slick con queste gomme, per poi fermasi e girare molto più veloce degli avversari.

F1 | GP Turchia: Hamilton domina le FP2, seguono Leclerc e Bottas

Giri 37-40

Giro
37BonningtonTraffico all’uscita della pit lane. Verstappen sta uscendo, monta gomme intermedie.
37BonningtonVersappen 2 secondi avanti.
37HamiltonCome, è davanti?
37BonningtonSì Lewis, abbiamo perso tempo lottando con Perez.
37HamiltonAssicuratevi che facciamo l’undercut su Perez, ok?
37BonningtonAbbiamo del traffico nella nostra finestra del pit stop.
38HamiltonLe gomme sono apposto.
38BonningtonOk, Lewis. C’è Vettel con gomme media, sta facendo fatica.
38HamiltonSì, siamo ancora lontani.
38BonningtonQuindi Vettel è la macchina davanti a noi, sta faticando.
38HamiltonNon riesco a vedere la mia posteriore destra, quindi controllatela.
38BonningtonOk, controlleremo.
39BonningtonAlonso davanti. Posteriore destra apposto dalle immagini.

“La pista si stava asciugando, non sapevamo quando si sarebbe asciugata. Non sapevamo se si sarebbe asciugata o meno, ma si stava lentamente asciugando. Potevamo forse fermarci prima, forse quando ho preso Perez avremmo potuto fermarci. Ma a quel punto, non avevo idea se sarebbe stato asciutto o no.” ha dichiarato Hamilton in seguito.

Il britannico fatica sempre di più, ma rimane della stessa opinione: non vuole fermarsi. Nel mentre il suo team gli comunica la strategia di Leclerc.

40 Bonnington Bandiere blu per Alonso. Verstappen è quello davanti a lui. Verstappen fa un 35.0.
40Hamilton È difficile tenerle in temperatura.
40BonningtonOk.
40BonningtonQuindi Leclerc per ora è primo, non si è fermato. È a 15 secondi davanti al gruppo e proverà a continuare fino alla fine.
40HamiltonChi?
40 Bonnington Leclerc.
Immagine

Giri 41-46

La Mercedes prova a convincere Lewis, perché Gasly si sta avvicinando sempre di più e la posizione sarebbe a rischio, ma Hamilton chiede ancora tempo: aspettano un altro giro, che può essere utile per decidere. Alla fine del giro 43 la scelta è ancora quella di restare fuori.

41Bonnington Leclerc fa 34.6. Valtteri 34.0.
41BonningtonBox, box. Box, box.
41HamiltonPerché?
41BonningtonPer montare intermedie nuove. Gasly rischia di superarci
41HamiltonNon credo sia giusto.
42HamiltonSaremmo così tanto più veloci?
42BonningtonRicciardo gira in 33.5.
42BonningtonC’è anche Gasly che sta entrando nella nostra finestra, 33 medio.
42HamiltonSembra che dobbiamo stare fuori.
42BonningtonOk, staremo fuori un altro giro. Dacci un altro po’ di tempo per pensarci.
43HamiltonTra poco si asciuga.
43BonningtonOk, Lewis, per ora non ci fermiamo. Considera che Gasly è 5 secondi dietro la nostra finestra del pit stop.
43HamiltonPerderemmo solo tempo.
43BonningtonOk. Stiamo fuori, stiamo fuori. Perez 15 secondi dietro, sta girando in 34.8 quindi per ora nessun problema.
44HamiltonOk. Il grip non è il massimo ma si sta asciugando.
45BonningtonMancano 14 giri.
45BonningtonNell’ultimo giro Perez ha girato in 34.9. Gasly 34 [non chiaro].
45HamiltonQueste gomme dureranno fino alla fine?
46HamiltonSi sta asciugando.
46BonningtonOk Lewis, sì, stiamo solo discutendo se riusciremo ad arrivare fino all’asciutto.
46BonningtonLeclerc gira in 35,5, sembra che cominci a faticare un po’.
46BonningtonTsunoda davanti.
46BonningtonPerez fa 34.5, Gasly 35.0.
Immagine

Dal giro 48 alla fine della gara

Leclerc viene superato da Bottas e perde la prima posizione senza avere possibilità di replicare. Alla fine cede anche la Mercedes e Hamilton, perché il rischio di foratura e problemi, oltre al rischio di essere superati da Gasly, sono troppo alti.

48BonningtonLeclerc si è fermato, Leclerc si è fermato. Quindi ora P3, mancano 11 giri.
48BonningtonPerez dietro a 13.5 secondi, l’ultimo giro è stato 33.7.
49BonningtonE Lewis se riesco ad aggiornarci con le gomme.
49HamiltonSto scivolando ma per ora va bene.
49BonningtonOk.
50BonningtonOk Lewis, stiamo controllando i distacchi, c’è Gasly che fa 33.6, è ancora fuori dalla nostra finestra per 3 secondi.
50BonningtonOk Lewis penso che dovremmo fermarci ora, questa è l’ultima occasione prima di uscire dietro a Gasly. 8 giri al termine.
50HamiltonSicuri? Ok.
50BonningtonOk, box, box. Abbiamo la tua conferma.
50HamiltonQuesto giro è abbastanza buono.
51BonningtonOk, stai attento alla linea bianca in uscita.
51BonningtonGasly 3 secondi dietro, 3 secondi dietro, davanti a noi Perez a 6 secondi.

Hamilton è molto rammaricato, visto che questa strategia non gli ha permesso di lottare per il podio, che gli avrebbe garantito punti fondamentali per il campionato. I giri con le gomme nuove non sono ottimi e la gara è ormai conclusa: Hamilton è 5° e perde la leadership della classifica in favore di Verstappen.

51HamiltonM***a, perché abbiamo mollato?
51BonningtonSembra che avremmo perso comunque le posizioni. 6 secondi dietro a Perez e Leclerc
51BonningtonHai girato in 34.6. Il giro più veloce è 31.9.
52BonningtonQuesto potrebbe essere un buon giro per il giro veloce quindi puoi mettere in modalità strat 5 se ti serve.
53HamiltonIn che posizione sono?
53BonningtonAttualmente P5. Leclerc ha girato in 36.0 nell’ultimo giro.
53HamiltonNon saremmo dovuti rientrare.
53HamiltonHo tanto graining. Te l’avevo detto.
54BonningtonOk, Lewis. Stiamo perdendo da Perez mane parleremo più tardi. Hai Gasly dietro a 1.7.
54BonningtonGasly a 1 secondo
54HamiltonLasciami stare!
58BonningtonOk Lewis un altro giro, modalità strat 5.
59BonningtonQuindi P5. Scusaci ma ne parleremo, ti chiameremo. Modalità strat 1, per favore.

Questa volta Hamilton ha preso una decisione sbagliata, annebbiato dalla speranza di azzardare e provare ad ottenere il bottino pieno. Ma, questa volta, “Chi si accontenta gode” o “Chi troppo vuole nulla stringe”.

Immagine

Shovlin: “Non volevamo diventare avidi”

Shovlin ha commentato così la decisione di fermarsi: “Improvvisamente stavamo vedendo che quei posti che avremmo perso facendo lo stop, li stavamo per perdere comunque in pista, da Perez e Charles. E c’era anche un rischio da dietro se le prestazioni fossero crollate”

“Quindi si trattava solo di ridurre le nostre perdite e di non diventare troppo avidi. Prima di tutto questo, eravamo quinti, alla fine eravamo quinti perché quei due scenari di gomme slick o arrivare alla fine con quelle gomme non sembravano realistici” ha concluso.

Fonte di team radio e dichiarazioni: RaceFans.net

+ posts