Chi sarebbe in testa al mondiale con i vecchi sistemi di punteggio?

Chi sarebbe in testa al mondiale con i vecchi sistemi di punteggio?

16 Ottobre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Finora è stato uno scontro titanico tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, pieno di intrighi e incidenti e senza un’immagine chiara del destino del titolo.

Con sei gare da disputare, Max Verstappen conserva un vantaggio di sei punti su Lewis Hamilton. Il vantaggio in campionato non ha mai superato le due cifre da quando Hamilton ha vinto il Gran Premio di Gran Bretagna a luglio, sottolineando la natura affiatata della battaglia.

Vi siete però mai chiesti chi sarebbe stato il migliore utilizzando i sistemi di punteggio del passato?

Sistema di punteggio 2019-2020

Il punteggio assegnato nelle scorse stagioni è fondamentalmente lo stesso di quest’anno, con i punti assegnati ai primi 10: 25 per la vittoria, 18 per il secondo e a seguire 15 per il terzo, 12 per il quarto, 10 per il quinto, 8 per il sesto, 6 per il settimo, 4 per l’ottavo, 2 per il nono e 1 al decimo, con un punto bonus per il giro più veloce. L’unica differenza sta nell’assenza delle Sprint Qualifying.

I cinque punti accumulati da Verstappen e i due raccolti da Hamilton nei due eventi di Silverstone e Monza non vengono conteggiati, riducendo il distacco a soli tre punti.

Leader del campionato: Max Verstappen di tre punti

Vi siete però mai chiesti chi sarebbe stato il migliore utilizzando i sistemi di punteggio del passato?

Sistema di punteggio 2010-2018

In questa era, i primi 10 prendono punti. Come nel sistema attuale, i punteggi assegnati erano gli stessi. L’unico cambiamento è dato dall’assenza del punto assegnato a chi fa il giro veloce.

Entrambi i piloti perdono punti usando questa iterazione, ma con quattro giri più veloci ciascuno non ci sono modifiche alla classifica del 2019 e del 2020, lasciando Verstappen con un vantaggio di tre punti.

Leader del campionato: Max Verstappen di tre punti

Vi siete però mai chiesti chi sarebbe stato il migliore utilizzando i sistemi di punteggio del passato?

Sistema di punteggio 2003-2009

Per queste sette stagioni, i primi otto segnavano punti, con 10 punti per il vincitore, seguito da otto, sei, cinque, quattro, tre, due e uno per gli altri sette.

Su questa base, il campionato ricorderebbe la chiusura della stagione 2007 quando Hamilton perse il titolo a vantaggio di Kimi Raikkonen per un solo punto in una stagione di 17 gare.

Dopo 16 gare, e nel sistema di punteggio di quest’epoca, Verstappen condurrebbe per un solo punto – 105 a 104.

Con appena due punti di differenza tra primo e secondo, e con le penalità al motore che si spera siano completate per entrambi i piloti, il finale sarebbe monumentale.

Leader del campionato: Max Verstappen di un punto

Vi siete però mai chiesti chi sarebbe stato il migliore utilizzando i sistemi di punteggio del passato?

Sistema di punteggio 1991-2002

Solo i primi sei conquistano punti in questa era, con 10 per la vittoria, seguiti da sei per il secondo, quattro per il terzo, poi tre, due e uno dal quarto al sesto.

Questo sistema fornirebbe a Verstappen un vantaggio maggiore poiché tra finire primo e secondo c’è una differenza più significativa.

Entrando negli ultimi sei Gran Premi, Verstappen sarebbe a 95 punti, otto di vantaggio su Hamilton che avrebbe perso punti a Monaco, oltre che per i suoi piazzamenti minori in Austria e Turchia.

Leader del campionato: Max Verstappen di otto punti

Vi siete però mai chiesti chi sarebbe stato il migliore utilizzando i sistemi di punteggio del passato?
+ posts