Per Hamilton non finisce qui: il rischio di un quinto motore è concreto.

Per Hamilton non finisce qui: il rischio di un quinto motore è concreto.

23 Ottobre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Il Team Principal della Mercedes Toto Wolff non chiude la porta a una nuova penalità per Lewis Hamilton. L’austriaco rimarca di non aver ancora trovato una soluzione ai loro problemi con il motore a scoppio, e per questo motivo gli inglesi potrebbero dover montare una quinta unità per affrontare con serenità la parte finale di quest’anno.

Lewis Hamilton ha montato il suo quarto motore a combustione in Turchia e ha scontato una penalità di dieci posizioni in griglia. Ora, Toto Wolff non esclude una nuova sanzione, in quanto non hanno posto fine ai problemi in quella parte del propulsore e assicura che il rischio di un ritiro c’è.

La Mercedes monterà questo fine settimana il sesto ICE sulla vettura di Valtteri Bottas e il weekend del finlandese è già compromesso. Hamilton, in linea di massima, non dovrà prendere nessuna penalità, ma Totò non esclude che quanto visto in Turchia si ripeterà in una delle sei gare che restano.

“Abbiamo sofferto con l’affidabilità quest’anno e siamo già al sesto motore a scoppio con Valtteri. È una cosa che non abbiamo scelto di fare, anzi, stiamo cercando di porre fine ad alcuni problemi che non risolviamo del tutto. Non so se sconteremo altre penalità con Lewis, ma il rischio c’è” , ha riconosciuto Wolff nelle parole pubblicate dal quotidiano britannico The Express.

Il Team Principal della Mercedes Toto Wolff non chiude la porta a una nuova penalità per Lewis Hamilton. L'austriaco rimarca di non aver ancora trovato una soluzione ai loro problemi con il motore a scoppio, e per questo motivo gli inglesi potrebbero dover montare una quinta unità per affrontare con serenità la parte finale di quest'anno.

“È difficile valutare se vogliamo migliorare la nostra situazione e prendere un’altra sanzione o rimanere gli stessi e correre il rischio di un ritiro. È un dibattito che abbiamo in squadra e non abbiamo ancora trovato la soluzione più adeguata” ha aggiunto.

La Mercedes ha un vantaggio di 36 punti sulla Red Bull, ma Wolff chiarisce che sono tutt’altro che rilassati al riguardo. L’austriaco sarebbe più tranquillo con una differenza ancora maggiore e ricorda che il Campionato Costruttori è di grande valore anche per la Mercedes.

“Comodo non è la parola giusta. Penso che un vantaggio più ampio sarebbe più solido, ma questo campionato potrebbe finire anche nell’ultima gara e per la Mercedes il campionato Costruttori è molto importante”, ha concluso Toto.

+ posts