Il Gran Premio degli Stati Uniti in numeri: nuovo record per Perez.

Il Gran Premio degli Stati Uniti in numeri: nuovo record per Perez.

28 Ottobre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Max Verstappen ha battuto Lewis Hamilton in una battaglia molto combattuta in Texas. Hamilton ha preso il comando dopo una brillante partenza, ma a ridere alla fine sono stati Verstappen e la Red Bull dato che la loro strategia ai box gli ha permesso di conquistare un doppio podio.

Diamo un’occhiata ai numeri del Gran Premio degli Stati Uniti. L’impressionante difesa di Max Verstappen ad Austin gli ha portato la sua 18esima vittoria in carriera e la sua prima sul suolo americano. È stata anche la sua quarta vittoria nelle Americhe, avendo precedentemente vinto in Messico e Brasile. È interessante notare che tutte le gare del COTA sono state vinte da piloti partiti in prima fila. È stato il 33° podio con i motori Honda per Verstappen, che corre con lo stesso numero. Solo Ayrton Senna ha più podi con la casa giapponese (56), un record che non verrà battuto presto con l’imminente partenza della Honda dallo sport dopo il 2021.

GP Stati Uniti 2021, la griglia di partenza - F1 Risultati - Formula 1 -  Motorsport

L’olandese ha condotto la maggior parte dei giri ad Austin portando il suo bottino stagionale a 504 di 990 giri di gara. Sebbene altri 17 piloti abbiano condotto oltre 500 giri in un anno, solo una volta un pilota non è riuscito a vincere il campionato: Lewis Hamilton nel 2016.

Sergio Perez ha registrato il suo quarto podio del 2021, il massimo accumulato in un solo anno. Il suo record precedente era di tre podi nel 2012 con la Sauber. L’apparizione sul podio congiunto di Verstappen e Perez porta la Red Bull la quinta squadra, dopo Ferrari, McLaren, Williams e Mercedes, a raggiungere il traguardo dei 200 podi in Formula 1. Un lavoro di squadra completo ad Austin, perché è stata anche la prima volta che hanno conquistato un doppio podio da Malesia – Giappone 2017. Un weekend di successi per il team che aveva condotto solo nove giri al COTA nell’era ibrida prima di domenica.

F1 | Sergio Perez a Singapore per guardare in alto - Formula 1 - Motorsport

La Mercedes è arrivata ad Austin da favorita, ma alla fine si è accont di P2 e P6. Il loro pilota di punta, Lewis Hamilton, è salito regolarmente sul podio al COTA dal 2014, ma il suo ultimo trionfo qui è arrivato nel 2017. Il britannico continua ad essere l’unico pilota ad aver completato il 100% di tutti i giri di gara al COTA da quando il circuito ha fatto il suo debutto in calendario nel 2012.

Charles Leclerc della Ferrari ha guidato una gara solitaria al quarto posto, conquistando punti per la quinta volta nelle ultime sei gare. Leclerc ha un rapporto interessante con il numero ‘4’. È la sua posizione di partenza (12) e arrivo (12) più comune in Formula 1. Ha iniziato e finito nella stessa posizione in tre gare quest’anno – Imola , Barcellona e Austin. Infatti, è partito ed è arrivato quarto anche nell’ultimo Gran Premio degli Stati Uniti. Carlos Sainz ha segnato punti per la decima volta consecutiva, la più lunga striscia attiva sulla griglia e anche della carriera di Sainz.

Daniel Ricciardo si è divertito molto in Texas dentro e fuori dalla pista. L’australiano sembra aver trovato il ritmo nella seconda metà della stagione. È arrivato quinto ad Austin e ha battuto Lando Norris in quattro delle ultime sei gare. Con un nono posto, Yuki Tsunoda ha conquistato i suoi primi punti dopo la pausa estiva. Gara da dimenticare per il suo compagno di squadra, Pierre Gasly, costretto al ritiro per un problema alle sospensioni. Il francese deve ancora segnare punti in tre uscite al COTA e, per coincidenza, ha subito un ritiro per sospensione anche nell’ultimo Gran Premio degli Stati Uniti.

Gasly aspetta Austin e pensa al mercato: "Avrei meritato Red Bull" -  Autosprint

Dopo un brillante inizio di stagione, AlphaTauri ha affrontato alcune gare difficili, raccogliendo solo 10 punti negli ultimi quattro eventi. Alpine è tornata a casa senza punti questo fine settimana. Esteban Ocon è stato chiamato per il ritiro al giro 40, mentre Fernando Alonso è rientrato ai box pochi giri dopo adducendo danni all’ala posteriore. È stato il primo doppio DNF della squadra francese dal Gran Premio di Germania 2019. Alonso, che è stato coinvolto in una battaglia serrata con Kimi Raikkonen in pista, si è ritirato dalle sue precedenti tre gare ad Austin e spera di migliorare il suo record qui nel 2022.

Era la prima gara di Mick Schumacher al COTA e ha concluso sedicesimo. Per coincidenza, anche suo padre, sette volte campione del mondo, Michael Schumacher , ha concluso sedicesimo nella sua prima gara ad Austin nel 2012.

I leader del campionato (sia piloti che costruttori) dopo il round di Austin nelle stagioni precedenti hanno sempre finito per vincere il titolo nello stesso anno. Attualmente, Verstappen guida la classifica piloti con 12 punti di vantaggio su Hamilton, mentre la Mercedes è al primo posto tra i costruttori.

2012 United States Grand Prix [RESULTS]
+ posts