Quali cambiamenti vorrebbero i tifosi in Formula 1?

Quali cambiamenti vorrebbero i tifosi in Formula 1?

31 Ottobre 2021 0 Di Alessio Donzelli

Sono stati proposti a numerosi fan alcuni dei cambiamenti proposti nell’ultimo periodo. Il saldo maggiore, tra favorevoli e contrari, riguarda la sostenibilità (+54%). La Qualifica Sprint ha il saldo di +7%, ma la sua introduzione in tutte le gare non è apprezzata (-43%).

La Formula 1 è sempre stata una categoria piena di cambiamenti, ma in questo periodo le proposte sono molteplici. Per esempio, quest’anno si è parlato moltissimo del format con la qualifica sprint. Secondo i vertici della F1 si è rivelato un successo, tanto che ne sono state programmate 7 per il 2022, ma molti tifosi ed addetti ai lavori sono contrari. Un altro dibattito del Circus è quello dei carburanti sostenibili: in questo caso la stragrande maggioranza del pubblico lo considera un tema da tenere in considerazione.

Un sondaggio di Motorsport Network, che ha coinvolto più di 167000 fan in tutto il mondo, provenienti da 187 paesi diversi, analizza il gradimento di questi cambiamenti. Oltre alle tematiche già citate, i tifosi hanno espresso il loro giudizio sulle penalità, sui track limits, sulla griglia invertita, sulla reintroduzione del rifornimento durante i pit stop e molto altro. I dati riguardano, in alcuni casi, le opinioni del 2015, 2017 e 2021; in altri solamente nel 2021. Le percentuali rappresentano il saldo tra favorevoli e contrari.

I risultati del sondaggio

Cambiamenti graditi

Osservando il grafico, è evidente l’interesse riguardo i carburanti sostenibili e la F1 promotrice di questo cambiamento. Il saldo è nettamente positivo, +54%. La Formula 1 ha approvato l’introduzione di un carburante con il 10% di etanolo, mentre si punta alle zero emissioni per il 2025. Molti fan vorrebbero, inoltre, che i piloti vengano lasciati liberi, senza essere penalizzati, a meno di comportamenti considerati pericolosi. Il risultato è di +34%. Un altro cambiamento richiesto riguarda la possibilità di inserire più di un fornitore di gomme (+38,5%). Eppure, rispetto al 2015 (70,6%) e al 2017 (55,5%), il tasso di interesse è calato notevolmente. In enorme calo anche il gradimento della reintroduzione del rifornimento durante le soste ai box: si aggirava intorno al +40% nel 2015 e nel 2017, mentre ora il dato riporta il saldo di +9,3%.

Alcuni tifosi vorrebbero vedere un terzo pilota per ogni weekend di gara (+7,7%). Il saldo è positivo anche nel caso della qualifica sprint: si tratta di un tema molto discusso, infatti il dato ammonta a 6,7%, a dimostrazione del fatto che il pubblico della F1 sia diviso su questo argomento. Per quanto riguarda i team clienti +6,5%. Piccolissima maggioranza (+2,9%) dei favorevoli sul fatto che debbano essere imposti i track limits.

Quali cambiamenti vorrebbero i tifosi in Formula 1?

Cambiamenti non graditi

Venendo ai saldi negativi, troviamo l’introduzione dei punti alle qualifiche (-9,1%). Molto poco apprezzata l’idea di sfavorire le squadre vincenti (-27,8%), così come quella di obbligare i piloti ad utilizzare tutte e 3 le mescole portate ad un Gran Premio (-34,9%). Se le gare sprint, seppur di poco, hanno avuto un saldo positivo, l’ipotesi di espanderle a tutte le gare ha pochissimo supporto (-43%). Del resto, chi vorrebbe un qualifica sprint a Monaco? Palesemente bocciata la griglia invertita, con un -51,5%. Ma il cambiamento che ha avuto meno successo è il congelamento annuale degli sviluppi, che ha ricevuto -63,5% come tasso di gradimento.

+ posts