Wolff: “Avremmo firmato per essere ancora in gioco in Arabia Saudita.”

Wolff: “Avremmo firmato per essere ancora in gioco in Arabia Saudita.”

22 Novembre 2021 0 Di Nicola Cobucci

Toto Wolff lascia il Qatar con una sensazione agrodolce dopo la vittoria di Lewis Hamilton. La vittoria del pilota inglese è molto importante per il mondiale Piloti, ma il ritiro di Valtteri Bottas, insieme al punto in più del giro più veloce di Max Verstappen, non li aiuta nel campionato costruttori.

Toto Wolff sottolinea che entrambi i titoli sono davvero importanti per la Mercedes. Ovviamente c’è bisogno di punti da parte di entramvi i piloti. La fortuna non è stata dalla parte di Bottas oggi, poiché una foratura al 33° giro lo ha lasciato senza chance: il finlandese era in lotta per il podio. Per questo, e anche per il giro più veloce della Red Bull , è una domenica agrodolce per Toto.

“La sensazione iniziale è agrodolce. I due mondiali sono molto importanti in questo momento. Lewis è stato fantastico, ma quel punto che hanno conquistato è un po’ frustrante. È fantastico aver vinto la gara. La cosa buona è che la macchina era veloce e sembra che siamo in una buona posizione”, ha commentato Wolff in un’intervista a Sky Sports F1.

Lewis ha controllato la gara dall’inizio alla fine e questa è una buona indicazione per ciò che accadrà in Arabia Saudita e ad Abu Dhabi” , ha aggiunto.

Toto Wolff lascia il Qatar con una sensazione agrodolce dopo la vittoria di Lewis Hamilton. La vittoria del pilota inglese è molto importante per il mondiale Piloti, ma il ritiro di Valtteri Bottas, insieme al punto in più del giro più veloce di Max Verstappen, non li aiuta nel campionato costruttori.

Wolff, invece, riconosce che avrebbe firmato per essere in lotta per il titolo nella penultima gara della stagione e sostiene che con il passare delle gare i benefici sono migliorati. L’austriaco è chiaro che la squadra che vincerà il mondiale lo farà con tutto il rispetto.

“Avremmo messo la firma per essere ancora in lotta per il mondiale in Arabia Saudita. Penso che non siamo partiti bene e non siamo stati abbastanza bravi, nemmeno i regolamenti ci hanno aiutato. Quindi chi vince il mondiale avrà fatto abbastanza per farlo e forse questo ci costerà una notte senza dormire”, ha indicato.

Infine, l’austriaco riconosce che la sconfitta farebbe male alla Mercedes, ma lo accetterebbe e, inoltre, tornerebbero più forti nel 2022. Certo, non è il momento di pensare ipoteticamente ma di dare il massimo nelle ultime due gare di quest’anno in Arabia Saudita e Abu Dhabi.

“Perdere sarebbe frustrante, ma lo accetteremo, non è la fine del mondo. Torneremo più forti l’anno prossimo in quel caso, ma in queste ultime due gare dobbiamo attaccare al massimo. Dobbiamo andare tutti fuori e ottenere buoni punti, questo è quello che faremo”, ha concluso Wolff.

Toto Wolff lascia il Qatar con una sensazione agrodolce dopo la vittoria di Lewis Hamilton. La vittoria del pilota inglese è molto importante per il mondiale Piloti, ma il ritiro di Valtteri Bottas, insieme al punto in più del giro più veloce di Max Verstappen, non li aiuta nel campionato costruttori.
+ posts