Binotto difende Masi: “Ha fatto un buon lavoro”

Binotto difende Masi: “Ha fatto un buon lavoro”

2 Marzo 2022 0 Di Daniele Donzelli

Mattia Binotto si è schierato a difesa di Michael Masi. Il team principal della Ferrari ha sostenuto che Masi ha fatto un buon lavoro come direttore di gara.

Il finale di stagione 2021 è ormai entrato di diritto nella storia. Ci sono però dei vincitori e dei vinti, come in ogni battaglia. In questo caso, assieme alla Mercedes, tra i vinti troviamo anche Michael Masi, l’ex direttore di gara. L’australiano ha ufficialmente perso il suo incarico il 17 febbraio di quest’anno, dopo una stagione in cui non ha convinto particolarmente. La confusione creata ad Abu Dhabi (per quanto dovuta alla volontà di non far terminare la gara sotto regime di Safety Car) è stata ritenuta eccessiva dalla FIA. Masi ha comunque ottenuto un altro incarico. Molti però, tra cui (ovviamente) il team principal della Red Bull Christian Horner, lo hanno difeso in passato. L’austriaco aveva affermato che il direttore di gara aveva bisogno di più supporto. Ora anche Mattia Binotto si è schierato a difesa di Masi.

Con le parole riportate da gpfans.com, il team principal della Rossa ha sostenuto l’australiano, lodando il suo lavoro e affermando che avrà comunque un ruolo chiave in futuro.

“Non si tratta di un addio. È piuttosto un cambiamento all’interno della FIA, Masi c’è ancora ma avrà un ruolo diverso ” ha esordito Binotto. “Penso che il suo nuovo ruolo sarà fondamentale tanto quanto quello precedente. Sono abbastanza sicuro che farà un buon lavoro, come ha già fatto da direttore di gara. Con il nuovo regolamento penso che si tratti di una questione di continuo miglioramento, cercando di capire come migliorare, e credo che la FIA abbia deciso di apportare alcuni cambiamenti. Dobbiamo avere fiducia nella loro indipendenza, nel loro modo di fare. Hanno avuto tempo e modo di analizzare e discutere” ha dichiarato.

Binotto difende Masi: "Ha fatto un buon lavoro"

Binotto afferma che si tratta di una decisone presa assieme a tutti i team principal, e che la FIA abbia deciso di optare per un cambiamento. Questo però, secondo il ferrarista, non significa che Masi abbia sbagliato:

“È stata una decisione presa in Commissione, quando c’erano tutti i team principal. È stata discussa al consiglio mondiale, quindi non è un cambiamento che è stato deciso in un giorno o in una notte” ha continuato. “Alla fine, penso che la FIA voglia sempre il meglio, ma questo non significa che Michael abbia sbagliato. Penso sia semplicemente il bisogno continuo di miglioramento, ed è stato semplicemente deciso che c’è una diversa configurazione che può portare ad un miglioramento in futuro” ha affermato Binotto.

Infine, il team principal ha parlato de regolamenti. Si è spesso parlato, infatti, di regolamenti poco chiari, bisognosi di un cambiamento radicale. Binotto non è della stessa opinione.

“Non credo che ci sia la necessità di rinnovare i regolamenti. È una questione di miglioramento continuo. Abbiamo discusso, concordato, modificato e ottimizzato le regole attuali per molti anni. Penso ci siano un processo e una struttura saldi e robusti, che esistono da anni. Onestamente, c’è sempre spazio per migliorarsi. Penso che sia importante. Si può sempre imparare dal passato, ma cambiare radicalmente non credo sia l’espressione adatta” ha concluso Binotto.

Binotto difende Masi: "Ha fatto un buon lavoro"
+ posts