Leclerc: “Ora si può seguire un avversario anche a meno di 5 decimi”

Leclerc: “Ora si può seguire un avversario anche a meno di 5 decimi”

2 Marzo 2022 0 Di Giosuè Vitiello

Charles Leclerc ha dichiarato di aver notato molti miglioramenti stando in scia ad una un’altra vettura e che il team sta lavorando molto in vista della prima gara.

Charles Leclerc si è detto soddisfatto dei primi giorni di test a Barcellona, nonostante il tempo non sia arrivato. Il monegasco ha però dichiarato che la squadra non ha cercato la prestazione, bensì l’obiettivo era quello di capire meglio la macchina, provando a migliorare la vettura sulla lunga distanza. Così è stato: come confermato dal compagno di squadra Carlos Sainz la nuova F1-75 si è rivelata essere una macchina particolarmente affidabile in grado di percorrere centinaia di giri senza dare alcun segno di cedimento. In seguito Leclerc ha anche detto che grazie ai nuovi regolamenti che introducono l’effetto suolo sulle monoposto ora è molto più semplice inseguire una vettura davanti. il miglioramento è notevole soprattutto se si scende al di sotto dei 5 decimi: mentre le monoposto degli anni scorsi rendevano difficoltosi gli inseguimenti a meno di 1 secondo, ora è possibile stare in zona DRS senza particolari problemi di aria sporca.

Charles Leclerc ha dichiarato di aver notato molti miglioramenti stando in scia ad una un'altra vettura e che il team sta lavorando molto in vista della prima gara.

Non ci concentriamo affatto sulle prestazioni, ma solo su noi stessi. Cercando di provare più cose possibili e di capire l’auto al 100% in ogni modo. Ora siamo concentrati sul Bahrain. Mi sento ragionevolmente bene. Abbiamo fatto tutte le prove che volevamo fare, che è la cosa più importante che volevamo fare durante il test, fare più chilometraggio possibile, e lo abbiamo fatto senza grandi problemi. È un primo test positivo in questo senso e, in termini di prestazioni, niente da dire per ora. È abbastanza interessante perché direi che se sei tra i tre secondi e un secondo dalla macchina davanti, non senti molte differenze. Se sei tra un secondo e mezzo secondo è simile alla sensazione dell’anno scorso. Poi da cinque decimi a estremamente vicino è molto meglio dell’anno scorso. È buono, è interessante. Ho bisogno di fare qualche giro in più dietro una macchina, ma sta andando bene“, ha spiegato Charles in chiusura.

Website | + posts