Marko stuzzica Ferrari: “Durante i test abbiamo girato con più carburante”

Marko stuzzica Ferrari: “Durante i test abbiamo girato con più carburante”

2 Marzo 2022 0 Di Ivan Mancini

Helmut Marko, consulente Red Bull, ha invitato l’opinione pubblica a focalizzarsi sulle quantità di benzina imbarcate dalle vetturre piuttosto che sui tempi fatti registrare durante i test.
 

Durante i “segreti” test pre stagionali di Barcellona, la F1-75 ha sicuramente saputo catturare l’attenzione, mostrandosi come una delle vetture più veloci del lotto. Helmut Marko, tuttavia, ha invitato l’opinione pubblica a focalizzarsi non solo sui tempi registrati, ma anche sulle quantità di carburante imbarcate dalle vetture. Il consulente Red Bull, infatti, ritiene che la differenza di velocità (e, quindi, la differenza di prestazioni) tra i vari team possa essere attribuibile anche (e soprattutto) al differente carico di benzina imbarcate dalle vetture.

In una conversazione con l’emittente televisiva tedesca RTL, Helmut Marko ha discusso circa queste possibili differenze. Secondo l’austriaco, quello della Ferrari è attualmente il motore migliore, frutto di un enorme passo avanti svolto negli ultimi anni; non a caso, il team di Maranello è la squadra con il maggior numero di chilometri percorsi, l’unico team a percorrere più di 400 giri ed è stato anche il più veloce con la mescola C3 (gomma media). Tanti piccoli traguardi raggiunti che sicuramente avvicinano Sainz e Leclerc verso i vertici della classifica; tuttavia, secondo Marko, Ferrari non è ancora la squadra migliore.

Helmut Marko

Il consulente Red Bull sottolinea come la squadra austriaca abbia guidato con più carburante a Barcellona rispetto la concorrenza; quindi, nel team Red Bull, non si respira aria di preoccupazione circa la competitività della RB18. ‘‘In termini di velocità non siamo inferioria Mercedes e siamo leggermente più avanti della Ferrari ha detto Marko. Questo, poi, va ad aggiungersi al classico sandbagging messo in atto dalle scuderie durante i test invernali, oltre al fatto che tutti i team tendono a sviluppare molto in questa prima fase della stagione. Marko ritiene quindi che la messa a punto finale della vettura sarà la vera carta vincente in Bahrain.


 

+ posts