Albon critica le nuove regole della Safety Car: “Non è abbastanza.”

Albon critica le nuove regole della Safety Car: “Non è abbastanza.”

21 Marzo 2022 0 Di Nicola Cobucci

Alex Albon è soddisfatto della sua prima gara di Formula 1 da pilota Williams: il thailandese-britannico ha poca comprensione delle nuove regole della Safety Car.

In una Williams in realtà poco competitiva, Alex Albon ha convinto. Nel giorno del suo ritorno in Formula 1, il thailandese ha tenuto sotto controllo il suo compagno di squadra Nicholas Latifi. È arrivato in Q2 e ha concluso la gara al 13° posto. Poteva fare di meglio?

Forse, magari senza le nuove regole della safety car. Per questo Albon critica le nuove normative. “C’è solo un giro per recuperare. Non è abbastanza”, si è lamentato il pilota della Williams.

Lì gli è stato permesso di tornare insieme a Lance Stroll, Daniel Ricciardo, Lando Norris, Latifi e Nico Hulkenberg. Tuttavia, mancava solo un giro per recuperare il ritardo con il resto del gruppo.

Alex Albon è soddisfatto della sua prima gara di Formula 1 da pilota Williams: il thailandese-britannico ha poca comprensione delle nuove regole della Safety Car.

Quando alla ripartenza il leader Charles Leclerc ha tagliato il traguardo, i doppiati erano ancora tutti nel settore centrale. Per Albon, questo solleva interrogativi: “Probabilmente andava bene per motivi di sicurezza. Ma abbiamo guidato a tutto gas e con una Safety Car in pista. Non sono sicuro che lo vogliamo.”

Inoltre, come nella finale del 2021 ad Abu Dhabi, in pista c’erano due gironi separati: uno con il campo principale e uno con quelli doppiati. “Era peggio per me perché allungava il campo”, chiarisce Albon. “Eravamo piuttosto indietro nella nostra gara, lontani da tutti gli altri.”

A parte questo, il thailandese-britannico ripercorre con soddisfazione il suo primo weekend di gara con la Williams: “Se si pensa alle qualifiche, avevamo la sensazione di aver fatto un buon lavoro e di aver sfruttato al meglio le nostre opportunità. Era inevitabile che le macchine ci sorpassassero e saremmo ricaduti indietro. Ma considerando dove eravamo con il nostro passo di gara venerdì e la scorsa settimana, è stato un grande passo avanti. Siamo riusciti a tenere dietro di noi alcune McLaren, che è un altro vantaggio per il team.”

+ posts