F2 | Qualifiche GP dell’Arabia Saudita: La spunta Drugovich, ma quante bandiere rosse!

F2 | Qualifiche GP dell’Arabia Saudita: La spunta Drugovich, ma quante bandiere rosse!

25 Marzo 2022 0 Di Fabrizio Parascandolo

Si è appena conclusa la seconda sessione di qualifiche della nuova stagione per i piloti della categoria cadetta per eccellenza e a conquistare la pole position è stato Felipe Drugovich.

Gran tempo da parte del pilota del team MP Motorsport, che gli consentirà di partire dalla prima posizione nella Feature Race di domenica.

Bisogna, infatti, ricordare che nella Sprint Race di domani la griglia sarà invertita per i primi 10, consentendo a Hughes e Vips di occupare la prima fila.

Qualifica disastrosa per il leader del campionato e vincitore in Bahrain Theo Pourchaire, che dopo soli 12 minuti vede la propria vettura prendere fuoco.

Weekend che si mette in salita per il francese, dopo un inizio da dimenticare con un impatto contro le barriere in uscita dalla chicane di curve 22 e 23.

Il pilota della Sauber Academy dovrà sperare in gare caotiche come quelle viste lo scorso anno per portare a casa qualche punto, essendo tra i favoriti per il titolo della F2.

Quante interruzioni!

Terza bandiera rossa del venerdì che ferma la classifica con Hughes e Boschung momentaneamente in prima fila, con le Hitech di Vips e Armstrong in seconda.

Prima dell’interruzione della sessione male Verschoor e Daruvala, rispettivamente in 18º e 19º posizione, per poi concludere in 2° e 15° rispettivamente.

E proprio mentre Boschung stava andando per un giro al limite del 41.0 ecco che Logan Sargeant comporta la seconda bandiera rossa nel giro di pochi minuti.

Impatto con le barriere molto violento a curva 17 per il pilota americano, che pone fine alla sua qualifica.

Alla ripresa dalla seconda bandiera rossa da segnalare un unsafe release di Armstrong e investigazione per Cordeel per aver ignorato bandiera gialla.

Negli ultimi minuti arriva la terza bandiera rossa, che beffa un Boschung in formissima, che si apre in team radio arrabbiato: “oggi la pole era nostra ragazzi“.

Il pilota svizzero è stato protagonista di un episodio quasi culminato in contatto con Frederick Vesti all’ultima curva. Anche questo verrà investigato dai giudici a fine sessione.

Una delle qualifiche più caotiche nella storia della F2 si conclude quindi con Drugovich che trova un fantastico 1:40.4 per la pole position, davanti a Verschoor e Doohan.

Delude nuovamente Hauger, bene Iwasa e Williams, disperso Daruvala.

Questa la classifica finale.

+ posts