Hulkenberg spera di non rivivere i problemi di surriscaldamento visti in Bahrain

Hulkenberg spera di non rivivere i problemi di surriscaldamento visti in Bahrain

25 Marzo 2022 0 Di Ivan Mancini

Chiamato a sostituire Vettel anche in occasione della gara di Jeddah, Nico Hulkenberg auspica che gli ingegneri Aston Martin abbiano risolto i problemi di surriscaldamento mostrati in Bahrain.
 

Nico Hulkenberg confida nelle potenzialità degli ingegneri Aston Martin. Il pilota tedesco ritiene che il team abbia risolto i gravi problemi di raffreddamento che i due piloti hanno incontrato durante la prima gara stagionale. In Bahrain, infatti, entrambi i piloti sono stati costretti a mantenere un ritmo alto durante la gara, per tentare di combattere l’alta temperatura delle loro vetture. Ciò ovviamente ha compromesso la gara dei due piloti, che hanno terminato in 12° e 17° posizione.

Hulkenberg Aston Martin AMR22

Nel corso del primo Gran Premio stagionale, sia Hulkenberg che Stroll hanno dovuto lottare con l’alta temperatura delle loro AMR22. La situazione è stata descritta come “critica” da parte del muretto Aston Martin, che ha esortato i due piloti ad effettuare ripetute e prolungate manovre di lift and coast. In questo modo si è cercato di far entrare aria fresca nei radiatori, in maniera tale da alleviare il pericoloso surriscaldamento della Power Unit. Ad Hulkenberg è stato anche detto di attendere per il suo pit stop in quanto la sua vettura era troppo calda per poter effettuare una sosta. Il team era disposto a perdere una posizione in pista pur di preservare l’integrità della vettura; ciò ci aiuta a comprendere meglio la gravità della situazione in cui versavano le monoposto di Silverstone.

Cronin: Nico per preservare gomme e Power Unit, lift and coast in curva 1 e 4
Cronin: Nico dobbiamo raffreddare il motore. Spostati lateralmente ed esegui lift and coast
Cronin: Nico la macchina è troppo calda per fare pit stop. Dobbiamo raffreddare la macchina anche se ci costerà una posizione

Alcuni messaggli tratti dai team radio tra Cronin (ingegnere di pista) e Hulkenberg. Clicca qui per saperne di più.

Chiamato a sostituire nuovamente Vettel, il terzo pilota della scuderia britannica crede che il team abbia trovato una soluzione per la gara di Jeddah. “Penso che abbiamo tutto sotto controllo, abbiamo capito cosa è andato storto. Probabilmente si tratta solo una decisione sbagliata in merito al raffreddamento” ha ammesso Hulkenberg. “È una situazione gestibile. Ovvio, in Bahrain è stato molto compromittente, ma è qualcosa che non ci preoccupa per il futuro”.

+ posts