Ricciardo: il GP d’Australia sarà diverso per le modifiche al circuito

Ricciardo: il GP d’Australia sarà diverso per le modifiche al circuito

6 Aprile 2022 0 Di teclamocchetti

GP di casa per Daniel Ricciardo, che crede che grazie alle modifiche effettuate all’Albert Park Circuit la gara sarà molto diversa.

Dopo due anni di stop, a causa della pandemia, ha fatto nuovamente la sua comparsa in calendario il GP di Australia. L’Albert Park Formula 1 Circuit a Melbourne ha subito delle modifiche in alcune parti della pista. Nella parte del tracciato che va curva 6 a curva 11 sono state apportate notevoli modifiche, infatti è stato creato un complesso di veloci curve per creare maggior possibilità di sorpasso. Daniel Ricciardo, finalmente tornato a correre a casa, ha commentato positivamente questi cambiamenti.

“Sembra davvero buono”, ha detto Ricciardo sul nuovo layout. “Mi hanno un po’ coinvolto nei discorsi sul rinnovamento del circuito qualche anno fa, quando hanno avuto la prima idea, diciamo, di cosa fare per cercare di rendere le corse un migliori. E’ sempre stata una pista divertente, ma la domenica un po’ complicato per i sorpassi, proprio per il layout e la sua natura. Quindi, davvero, l’idea era quella di provare ad aprirlo e solo per rendere la domenica un po’ più eccitante e avere qualche sorpasso in più. Quindi sì, sarà molto più fluido”.

Lavori all'Albert park di Melbourne

Ricciardo sperava anche che queste variazioni potessero agevolare la sua McLaren, che sembrerebbe trovarsi meglio su curve a bassa velocità. “In Bahrain, la prima gara dell’anno, stavamo decisamente lottando”, ha detto. “Era un circuito tecnico piuttosto tortuoso, poi siamo andati in Arabia, molto più scorrevole. Penso che sia molto più simile a Melbourne che sarà questo fine settimana, ed eravamo un passo più competitivi. Quindi si spera che significhi cose buone. Ma penso che ora come gara, vedremo una domenica completamente diversa qui.”

Le difficoltà dell’inizio di stagione e i dispiaceri per il 2020

Le nuove vetture hanno mietuto non poche vittime tra i piloti, tra questi Ricciardo stesso. Il cambio di regolamento e le vetture così diverse sono stati una vera sfida per team e piloti. Alcuni si sono adattati subito, altri non ancora. Dopo un complesso avvia di stagione, Ricciardo attualmente non ha guadagnato nemmeno un punto. Tra il covid, i problemi della vettura e i test saltati per l’australiano la situazione non è delle migliori. “Per quanto possa sembrare semplice, non ho ancora punti. Sono state solo due gare, quindi arrivare a punti è diciamo una partenza. È come un minimo indispensabile. Realisticamente, l’unica cosa che probabilmente renderà tutti felici è un podio. Quindi è quello che mi piacerebbe. Ma sinceramente siamo ancora un po’ fuori di testa”.

Daniel Ricciardo

Un po’ di tristezza anche per quel mancato GP nel 2020, annullato all’ultimo minuto quando era già tutto pronto. “Penso che una volta che è andato, ti rendi conto di quanto ti manchi”, ha detto. “E questa è davvero la sensazione. Eravamo tutti qui pronti per partire. Quella notte sono andato a letto, pronto per svegliarmi la mattina dopo e andare in pista, ed è stato nel cuore della notte che ho sentito che molto probabilmente sarebbe stato cancellato”, ha detto Ricciardo. “Questo è ovviamente dal punto di vista egoistico come pilota, ma per tutti quelli che erano qui e si aspettavano di vedere una gara, ovviamente, l’Australia è piuttosto remota, quindi per gli australiani viaggiare in altre destinazioni in tutto il mondo per le gare non è facile . È stato difficile per tutti, quindi sono molto felice di essere tornato qui”.

+ posts