Hamilton e Ricciardo si esprimono sulla possibile rimozione di Monaco.

Hamilton e Ricciardo si esprimono sulla possibile rimozione di Monaco.

29 Aprile 2022 0 Di Davide Citterio

Lewis Hamilton pensa che Monaco sia un “gioiello della corona” e non vorrebbe perdere la gara dal calendario.

A causa delle nuove gare che verranno prossimamente introdotte in calendario (Losail, Las Vegas, Cina) dei circuiti storici potrebbero dire addio al Circus. Si pensava ad un’uscita di Spa, Monaco oppure del Paul Ricard.

Mentre Pierre Gasly si è già espresso in merito alla questione, anche Lewis Hamilton e Daniel Ricciardo hanno recentemente deciso di fornire il loro parere.

Alla domanda sul possibile addio di Monaco, Sir Lewis Hamilton ha fornito questa risposta: “È uno dei gioielli della corona del nostro sport. Quindi sono sicuro che non sarebbe fantastico perderlo.

“Ci sono aspetti positivi… ma immagino che la parte difficile sia che la corsa in sé non è così spettacolare.”

“Ma tutti quelli che vanno si divertono. È una posizione privilegiata.

“Regolare la pista non è facile perché è il secondo Paese più piccolo del mondo, quindi non abbiamo molto spazio lì.

“Molti di noi vivono a Monaco. È proprio lo status iconico che ha, che è così attraente per i piloti ma anche per coloro che stanno guardando”.

Ricciardo: “Questa gara è speciale”.

Tutti noi ricordiamo la straordinaria vittoria di Daniel Ricciardo a Monaco nel 2018. Iconico è, soprattutto, il tuffo nella piscina che è seguito alla vittoria.

Il tuffo di Ricciardo nella piscina.

Il pensiero del pilota australiano, che ora guida per McLaren, è solo e soltanto uno: “Monaco è speciale.

Successivamente Daniel ha aggiunto: “Il fatto è che adoro l’aggiunta di alcuni di questi nuovi circuiti, nuove città in cui andremo.

“Sono d’accordo perché sono anche nuove esperienze e coinvolgere un altro pubblico fa crescere lo sport.

“Come Lewis ha accennato in precedenza, questo è condividere lo sport con più persone nel mondo e, in definitiva, condividere la nostra passione con più persone.

“Tuttavia, ci sono quelle sedi e circuiti principali della F1 come Monaco. È un fine settimana speciale [quello di Monaco]”.

Ovvio che, però, la gara in sé non è esaltante: “È uno dei circuiti più difficili su cui sorpassare.

“Non sono sicuro che offra la migliore esperienza visiva di domenica, ma l’esperienza del fine settimana, e proprio tutto ciò che è Monaco, è speciale e unica.

“Vincerlo o meno, andare lì come pilota di F1 e aver provato tutte le emozioni che accompagnano la competizione a Monaco, è unico.

“Sono molto, molto felice di averlo sperimentato nella mia carriera. Immagino che vorrei che anche la prossima generazione lo sperimentasse, perché è speciale”.

Monaco 2018, Ricciardo shoey
Daniel Ricciardo si appresta a fare la famosa “shoey”.
+ posts