Ferrari crede che Red Bull non possa permettersi i continui sviluppi.

Ferrari crede che Red Bull non possa permettersi i continui sviluppi.

9 Maggio 2022 0 Di Davide Citterio

Mattia Binotto pensa che la Red Bull non riuscirà a sostenere, dal punto di vista monetario, degli sviluppi così repentini.

Lo scorso fine settimana, Max Verstappen ha conquistato una strepitosa vittoria a Miami, la seconda consecutiva dopo Imola (dove la Red Bull ha fatto doppietta). Il compagno di squadra, Sergio Pérez, ha terminato la gara in quarta posizione.

Grazie agli importanti aggiornamenti, la Red Bull sembra aver notevolmente migliorato le prestazioni dell’auto. Il gap dalla Ferrari è stato ricucito e, anzi, adesso è la scuderia austriaca ad essere in vantaggio su quella italiana.

Il Cavallino non ha voluto portare degli aggiornamenti importanti a causa del budget cap di $140 milioni. Infatti, secondo la scuderia italiana, la Red Bull dovrà successivamente pagare il prezzo di questa sua aggressiva spesa iniziale.

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, afferma che questo “cambio di gerarchia” potrebbe essere avvenuto a causa degli aggiornamenti portati dai rivali ad Imola: “È vero che la Red Bull ha migliorato la propria vettura sin dall’inizio della stagione e ha introdotto degli aggiornamenti.

“Se guardo alle ultime due gare, forse hanno guadagnato un paio di decimi al giro più veloci rispetto a noi. Ora non ho dubbi che, per mantenere il ritmo, dobbiamo svilupparci e introdurre aggiornamenti.

“Spero, anche perché c’è un limite di budget, che a un certo punto la Red Bull fermi lo sviluppo. Altrimenti non capirò come possono andare avanti”.

Sul primo pacchetto di aggiornamento…

La Ferrari dovrebbe portare il primo, ed importante, pacchetto di aggiornamento a Barcellona. Gli sviluppi futuri saranno importanti per tornare al top e fondamentali per tornare a competere con Red Bull: “Nelle prossime gare sarà, quantomeno, il nostro turno di cercare di sviluppare il più possibile sulla vettura, introducendo aggiornamenti”, ha detto Binotto.

“Penso che non sia una sorpresa che potremmo avere un pacchetto a Barcellona. Come al solito, spero che il pacchetto che stiamo introducendo funzioni come previsto. In quel caso può essere buono per cercare di recuperare l’attuale gap che abbiamo rispetto alla Red Bull”.

Il team principal della Rossa ha anche rivelato che saranno molto selettivi coi prossimi piani di sviluppo: “Non abbiamo i soldi da spendere per gli aggiornamenti ad ogni singola gara. Penso che sia così semplice“, ha detto Binotto dopo il GP di Miami.

“Non per incapacità, ma per limite di budget. Quindi dobbiamo in qualche modo cercare di concentrare lo sviluppo su quando riteniamo che sia il momento giusto e la spesa giusta“.

Infine, Binotto ha risposto anche ad una domanda sul piano di sviluppo durante la campagna per la vittoria finale: Non dichiareremo cosa faremo, è stata la risposta di Mattia.

Red Bull-Ferrari, Miami 2022 F1
+ posts