La gara agrodolce di Mick Schumacher a Miami.

La gara agrodolce di Mick Schumacher a Miami.

9 Maggio 2022 0 Di Tommaso Pelizza

La gara corsa a Miami ha un sapore agrodolce per il tedesco figlio d’arte, che dopo il contatto avuto con il suo mentore nonché grande amico Sebastian Vettel, è tornato a casa, ancora una volta, con un misero pugno di mosche.

Mick Schumacher ha perso ancora una volta la possibilità di ottenere i suoi primi punti iridati in Formula 1, e lo ha fatto nel modo peggiore; ovvero con un contatto avuto con il suo grande amico nonché connazionale Sebastian Vettel.
Il suo inizio di stagione non è stato dei migliori e dopo 5 gare è ancora a secco di punti, mentre il suo compagno di squadra Kevin Magnussen ha già avuto 3 piazzamenti in top 10 una volta esposta la bandiera a scacchi.

Tutto procedeva al meglio, e Mick ha probabilmente messo in mostra una delle sue migliori performance in Formula 1 fino ad ora.
Questo fino al giro 54, in cui avviene il già sopracitato contatto con Vettel, che porta via ad entrambi la possibilità di concludere la gara in zona punti.

Vettel è costretto al ritiro per i troppi danni subiti al fondo e Mick sprofonda in quindicesima posizione dopo la riparazione dell’ala anteriore ai box. Insomma, una gara da dimenticare sia per Seb che per Mick, che è rimasto totalmente affranto dall’accaduto, sia per il fatto che ciò gli ha privato un ottimo risultato, sia per il fatto che il tutto sia successo con una persona diventata per lui molto importante nel tempo.

Ciò viene riportato da lui stesso nelle interviste post-gara, ecco le sue parole.
Seb è una persona molto importante per me, è un mio carissimo amico. Non abbiamo ancora avuto la possibilità di incontrarci, ma spero di poter parlare con lui il prima possibile per chiarire le cose”.

Mick ha aggiunto anche: “Per me è importante anche sapere che ne pensa Sebastian. La gara è stata molto bella fino a quel momento”.

In questa istantanea il contatto tra Vettel e Schumacher
Il contatto tra Schumacher e Sebastian Vettel visto da vicino

Dobbiamo aspettare ancora un po’”, dice uno Schumacher molto amareggiato, ma consapevole che prima o poi la sua occasione arriverà.

+ posts