In Ferrari credono che la Mercedes non sia in lotta per la vittoria.

In Ferrari credono che la Mercedes non sia in lotta per la vittoria.

25 Maggio 2022 0 Di Giosuè Vitiello

Nonostante il netto miglioramento, in Ferrari credono che Mercedes non sia sufficientemente competitiva per lottare per la vittoria.

Nonostante il rammarico per il ritiro provocato dalla rottura di alcuni componenti del motore, fino ad allora la Ferrari, quella di Leclerc in particolare, aveva corso la miglior gara della stagione senza ombra di dubbio. Verstappen era lontano, relegato addirittura dietro la Mercedes di George Russell dopo il lungo in curva 4. La monoposto della casa tedesca è stata l’ago della bilancia del week-end, rappresentando un pericolo per chi non era sufficientemente veloce per vincere. Tuttavia Mattia Binotto ha evidenziato il fatto di come Leclerc fosse tanto piú veloce dei rivali: secondo il team principal le frecce d’argento avrebbero potuto prendere potenzialmente 6/7 decimi al giro: insomma un distacco abissale. Ed è proprio per questo che Binotto è convinto che la Mercedes non sia in lotta per la vittoria.

Hanno finito 30 secondi o più dietro la Red Bull, sarebbero potuti essere a circa 40 secondi da Charles. 40 secondi in 66 giri sono ancora sei o sette decimi al giro , il che è ancora significativo, è come la Ferrari dell’anno scorso”, ha affermato Mattia Binotto. “Il passo gara era eccellente e dopo alcune gare in cui abbiamo sofferto per l’usura delle gomme e l’elevato degrado siamo stati abbastanza veloci”.

La prossima tappa del mondiale è Montecarlo, una pista che, come anche confermato dal terzo settore di Barcellona, dovrebbe essere più adatta a Ferrari. Inoltre Leclerc deve ancora concludere un Gran Premio di casa e ciò rappresenta una motivazione in più per il monegasco. Qui vedremo se la Mercedes è sufficientemente competitiva per lottare per le vittorie oppure semplicemente saranno lí a dare fastidio ai top team.

Website | + posts