La mossa di Ferrari sulle Power Unit: ecco perché ne hanno smarcate due

La mossa di Ferrari sulle Power Unit: ecco perché ne hanno smarcate due

21 Giugno 2022 0 Di Sebastiano Vanzetta

Charles Leclerc ha montato la terza Power Unit durante le libere del GP del Canada, e poi ha ripiegato sulla quarta per il sabato e la domenica. Andiamo ad analizzare questa mossa di Ferrari.

Dopo i problemi di affidabilità avuti da Charles Leclerc a Barcellona e a Baku, Ferrari si è vista costretta a sostituire la seconda unità termica del propulsore e a sostituire il anche il terzo turbo. Il team di Maranello ha quindi montato sulla macchina di Charles la terza unità termica per il venerdì, andando a riutilizzare il primo turbo. È sembrato che i tecnici della rossa non fossero intenzionati a prendere penalità in Canada, ma al sabato hanno deciso di smarcare un quarto motore e un quarto turbo.

Una mossa intelligente che potrebbe alleviare i dolori dei problemi avuti fin qui dalla scuderia di Mattia Binotto. Vediamo perchè.

Due motori al prezzo di uno

La mossa che ha più stupito è stata quella di smarcare sia il terzo motore, sia un’ulteriore quarta unità che è stata montata il sabato. Il perché è presto detto. Il regolamento, infatti, prevede che un team possa utilizzare fino a tre motori nel corso della stagione senza ricevere penalità. Qualora dovesse esserci la necessità di utilizzare una quarta unità, il pilota andrebbe incontro ad una penalità di 10 posizioni.

Ferrari, in Canada, ha deciso di montare sia la terza unità che la quarta, prendendo penalità. Questo perché da regolamento è possibile smarcare due motori nello stesso weekend se solo uno di questi va incontro a penalità. A Maranello hanno utilizzato questo “stratagemma” per avere due motori freschi per il prosieguo della stagione, cogliendo l’occasione di prendere penalità in un’unica gara, visto che anche il turbo era da cambiare.

Così facendo il team avrà dunque, come già detto, due unità propulsive fresche che potranno essere usate a rotazione senza aver bisogno di scontare una penalità. A Maranello sperano di far durare il più possibile questi due motori, andando al massimo a montare una quinta unità per le ultime gare del mondiale. Gli uomini della Rossa hanno intelligentemente montato due unità per cercare di evitare il più possibile di prendere altre penalità.

Questione turbo e penalità

In Canada Ferrari ha inoltre montato il quarto turbo della stagione sulla macchina di Charles. Un’operazione dovuta, siccome due delle tre unità si sono danneggiate irrimediabilmente con le rotture di Barcellona e Baku e la prima, montata nelle libere, era a fine vita. Motivo in più per smarcare i due motori, dal momento che comunque Leclerc avrebbe preso penalità.

Il problema, però, è un’altro. Sicuramente il quarto turbo non durerà fino alla fine della stagione, e quindi il team dovrà capire quale sarà il circuito migliore dove prendere un’altra penalità. Questa volta di dieci posizioni, se non si dovesse cambiare anche il motore.

Anche per questo Ferrari ha deciso di smarcare due unità propulsive, così da scontare meno posizioni di penalità quando arriverà il momento, purtroppo, di cambiare nuovamente il turbo.

Seguici sui social

Seguici sui canali Instagram e Telegram per non perderti nessuna news sul mondo della F1 e delle categorie minori!

+ posts