Obiettivo zero emissioni 2030: la F1 comunica cosa è stato fatto e cosa farà.

Obiettivo zero emissioni 2030: la F1 comunica cosa è stato fatto e cosa farà.

27 Giugno 2022 0 Di Nicola Cobucci

La F1 ha dato un aggiornamento mentre continua a lottare per essere Net-Zero Carbon entro il 2030, una missione che renderà sempre più visibile dal Gran Premio di Gran Bretagna in poi.

Nel 2019, la F1 ha annunciato l’intenzione di essere Net-Zero Carbon entro il 2030 come parte della sua strategia di sostenibilità. Dopo tre anni, lo sport ha pubblicato un aggiornamento su quanti progressi sono già stati compiuti, oltre a promuovere ulteriormente la missione pubblicamente.

Come parte dell’obiettivo, la F1 ha affermato che l’intero sport avrebbe un’impronta di carbonio pari a zero entro il 2030, coprendo le auto e l’attività in pista, nonché il resto delle operazioni.

Un altro aspetto della strategia di sostenibilità prevedeva che la F1 sviluppasse un carburante sostenibile al 100%, da utilizzare nelle auto entro il 2026.

La F1 ha dato un aggiornamento mentre continua a lottare per essere Net-Zero Carbon entro il 2030, una missione che renderà sempre più visibile dal Gran Premio di Gran Bretagna in poi.

La Formula 1 ha rivelato i passi già intrapresi per ridurre l’impronta di carbonio dello sport da quando sono stati annunciati questi piani, con un comunicato stampa:

  • Negli ultimi tre anni, la F1 ha introdotto operazioni di trasmissione a distanza, che hanno consentito allo sport di ridurre il trasporto merci
  • Contenitori merci ridisegnati consentono l’utilizzo di aeromobili più efficienti
  • Passaggio al 100% di energia rinnovabile negli uffici di F1
  • Ha consegnato la prima produzione di trasmissione a emissioni zero a Silverstone nel 2021 e mira a guadagnare nuovamente questo accreditamento nel 2022 applicando le lezioni apprese per gareggiare ulteriormente
  • Ottenuto il massimo accreditamento di Gestione della Sostenibilità assegnato dalla FIA (accreditato 3*)
  • Ha pubblicato una guida a tutti i promotori della gara per aiutarli nelle migliori pratiche durante l’organizzazione di un evento sostenibile, esaminando aree chiave come energia, plastica e rifiuti, benessere e natura e viaggi dei fan locali

Oltre ai progressi già compiuti, la F1 ha anche delineato cosa farà in futuro. Ciò comprende:

  • Agire per regionalizzare il calendario che aiuterà a migliorare la logistica del trasporto merci e dei viaggi: questo sarà un processo in corso negli anni a venire per garantire che la F1 viaggi in modo efficiente come campionato del mondo
  • Esplorando le misure di riduzione del carbonio per i fan che viaggiano per gli eventi di Formula 1
  • Lavorare con F2 e F3 per testare carburanti sostenibili
  • Condivisione delle attività di riduzione delle emissioni di carbonio da tutta la comunità sportiva per garantire che tutti comprendano come lo sport in generale si sta unendo per stabilire e raggiungere gli obiettivi Net Zero
  • Continuare a passare a una logistica più efficiente e ad organizzare i viaggi da aria, mare e terra
  • Continuare a rivedere i processi man mano che gli standard per la riduzione delle emissioni di carbonio evolvono rapidamente per garantire che la F1 sia in prima linea in questo settore chiave

Inoltre, la missione della F1 diventerà ancora più visibile dal Gran Premio di Gran Bretagna in poi, con il nuovo marchio che apparirà nelle aree del paddock e della corsia dei box in tutte le gare per contribuire a migliorare il profilo degli impegni di questo sport.

+ posts