F1 | Qualifiche – GP d’Austria: Verstappen conquista la prima posizione

F1 | Qualifiche – GP d’Austria: Verstappen conquista la prima posizione

8 Luglio 2022 0 Di Ivan Mancini

Bene le due Ferrari, che tuttavia non vanno oltre la seconda e terza posizione; solo quarto Pérez. Male le due Mercedes, entrambe coinvolte in due incidenti nel Q3.
 

Dopo le FP1 di questa mattina, comincia il secondo appuntamento del fine settimana, la qualifica, che ci introdurrà all’imminente GP d’Austria. Qualifica anticipata per lasciare spazio alla Sprint Race del sabato, la seconda da inizio stagione, che decreterà la griglia di partenza per la gara di domenica.

 

Q1

Le vetture escono dai box e l’azione in pista comincia. Per la prima manche di questa sessione di qualifiche la gomma prediletta è la rossa – che ricordiamo, per questo Gran Premio, corrisopnde al compound C5.

A dieci minuti dal termine del Q1 la pista sembra favorire momentaneamente i motorizzati Ferrari. Leclerc e Sainz, Schumacher e Magnussen monopolizzano le prime quattro posizioni in griglia, salvo poi lasciare posto ad altre vetture che vanno a migliorare progressivamente i loro tempi. Dopo altri sei minuti, infatti, la classifica è già stravolta. Sale in prima posizione Hamilton, seguito da Pérez. Terzo Alonso davanti Leclerc, quinto Russell davanti Sainz. Le due Haas, prima in seconda fila, scivolano dunque in ottava e decima posizione, mentre Verstappen è più arretrato poiché vede annullarsi un giro a causa dei track limits. Saranno proprio questi famigerati sensori, posti a bordo pista, a condizionare il resto della qualifica.

Un rapido sguardo alle retrovie, dove stanziano i cinque piloti a rischio eliminazione. Al momento la classifica vede escluse le due Aston Martin (17° Vettel, 19° Stroll), così come le due Williams (18° Latifi, 20° Albon) e Zhou (16° posizione). Il tempo continua a scorrere e gli ultimi cinque piloti decidono di giocare le ultime carte per strappare un biglietto per il Q2. Stroll, con un tempo di 1:06.892, riesce a migliorarsi di molto, ma non va oltre la 15° posizione. Il canadese è quindi sul filo del rasoio e il progressivo migliorarsi di altri piloti non fa altro che peggiorare la situazione per il numero 18 dell’Aston Martin.

Allo scadere del tempo utile, le cinque monoposto più lente risultano essere quelle di Ricciardo, Stroll, Zhou, Latifi e Vettel. Tempo cancellato per Vettel, che scivola quindi in 20° posizione: il tedesco non sarebbe comunque andato oltre la nona fila, davanti il compagno di squadra. Ennesimo weekend amaro per la scuderia britannica, che in occasione della Sprint Race sarà chiamata a migliorare la propria posizione.

Q1 Qualifiche GP d'Austria

 

Q2

Confermata la gomma rossa anche per questa manche di qualifiche. Così come nel Q1, anche nel Q2 Mercedes continua a dimostrare uno stato di grazia non indifferente, con Hamilton che riesce a conquistare la prima posizione momentanea con un tempo di 1:05.475. Segue a poco meno di un decimo Max Verstappen, che a sua volta precede Russell di due decimi circa. Quarta e quinta posizione per le due Ferrari, con Leclerc più veloce di Sainz di 0.149s. Completano le prime dieci posizioni le due Alpine (Alonso 6°, Ocon 9°), le due Haas (Schumacher 7°, Magnussen 8°) e Bottas in 10° piazza. A rischio eliminazione, invece, Pérez, Albon, Gasly, Tsunoda e Norris.

A tre minuti dal termine del Q2 i piloti decidono di giocarsi il secondo tentativo a disposizione, nella speranza di miglioare la propria posizione in classifica e di rientrare nelle dieci monoposto che accederanno alla terza manche delle qualifiche. Bottas, in decima posizione, non migliora la porpria situazione e quindi si espone ad un grosso rischio; con Pérez che invece sale in sesta posizione, il finlandese scende nella zona eliminazione, non andando oltre il 13° posto. Escluse dal Q3 anche le due AlphaTauri, con Gasly 11° e Tsunoda 14° – quest’ultimo autore di un errore grossolano. Anche Norris commette un errore nell’ultimo tentativo, e per tale motivazione non va oltre la quindicesima piazza. A completare la classifica degli esclusi Alexander Albon, in dodicesima posizione.

Q2 Qualifiche GP d'Austria

 

Q3

La terza ed ultima manche di qualifiche si apre con la notizia di un’investigazione ai danni di Sergio Pérez, reo di aver superato i track limits in curva 8. A movimentare ulteriormente la sessione ci pensa Hamilton: l’inglese perde il controllo della vettura in curva 7 e va a conficcarsi nella barriera di pneumatici. Il pilota è ok, ma lo stato della macchina (l’anteriore destra è completamente distrutta) e delle barriere richiede l’intervento di mezzi pesanti, pertanto la direzione gara dichiara bandiera rossa. La sessione viene quindi stoppata e le lancette del cronometro si fermano per il tempo necessario della riparazione.

Nel mentre un rapido controllo alla classifica: Max Verstappen è momentaneamente in pole position, seguito da Leclerc e Sainz. Quarto Pérez, su cui pende il peso di una possibile penalità, ma che al momento precede George Russell ed Esteban Ocon. Settimo Magnussen davanti Hamilton, Alonso e Schumacher.

Alla ripartenza il primo a scendere in pista è George Russell, che come di consueto procede a scaldare le gomme nel giro di warm up prima di tentare il giro lanciato. L’inglese, tuttavia, perde anch’egli il controllo della vettura come il compagno di squadra, uscendo di pista. Viene pertanto esposta la seconda bandiera rossa della sessione, per consentire il ripristino delle normali condizioni di sicurezza.

L’attesa in questa seconda bandiera rossa è minore e ben presto le qualifiche riprendono nel pieno della loro validità. Le 8 macchine ancora in lizza possono quindi fare affidamento sui 2 minuti rimanenti per portare a casa un tempo utile, anche se la lotta per la prima posizione sembra essere un’affare solo per Verstappen, Leclerc e Sainz. Le due Ferrari sono veloci, ma non tanto quanto Verstappen, che al termine della qualifica conquista la prima piazza in griglia di partenza.

Di seguito la classifica finale del Q3, al netto di una possibile penalità di Pérez. Tempi e ordine di arrivo forniti da www.formula1.com.

Q3 Qualifiche GP d'Austria
+ posts