Alonso etichetta la vittoria di Ocon come “una casualità”

Alonso etichetta la vittoria di Ocon come “una casualità”

10 Dicembre 2022 0 Di Davide Citterio

Fernando Alonso crede che, quest’anno, l’Alpine non sia riuscita a centrare la vittoria perché quella dell’anno scorso è stata “un colpo di fortuna”.

Il 1 agosto 2021, in Ungheria, Esteban Ocon vinceva la sua prima gara in F1. Una gara memorabile, quella d’Ungheria dello scorso anno: la carambola causata da Valtteri Bottas che manca totalmente il punto di frenata dopo la partenza e un clamoroso errore di strategia della Mercedes con Lewis Hamilton hanno reso questa gara totalmente imprevedibile.

Ungheria 2021 partenza
Il caso scaturito dall’errore di Bottas.

Focalizziamoci, però, su ciò che è avvenuto dopo la partenza: quasi tutti rientrano per montare le gomme da asciutto. L‘unico che resta fuori dai box è Lewis Hamilton, che mantiene le intermedie; scelta che si rivelerà, poi, fallimentare. Il primo a uscire dalla pit-lane è Esteban Ocon, che successivamente, a causa del pit-stop di Hamilton, salirà in prima posizione. Quella posizione Esteban la manterrà fino alla bandiera a scacchi, trionfando sotto le nuvole ungariche.

Una parte importante nella gara di Ocon, però, l’ha giocata Fernando Alonso, che si è difeso con le unghie e con i denti da Hamilton. La sua difesa è valsa la vittoria del compagno di squadra, poiché ha rallentato enormemente il pilota britannico.

Tuttavia, nonostante il netto miglioramento dell’Alpine rispetto allo scorso anno – il team ha, infatti, chiuso in quarta posizione nel campionato costruttori, una in più rispetto alla quinta del 2021 – la scuderia francese non è riuscita a ottenere nemmeno un podio.

Fernando Alonso, ormai ex-pilota di Alpine, ha spiegato così questa strana coincidenza: “Non abbiamo ottenuto la vittoria perché quello che è successo in Ungheria lo scorso anno non accadrà mai più tra cento anni, quindi è stata una casualità.

“E poi, per il podio, forse in Canada e in Australia abbiamo avuto una possibilità, ma abbiamo perso una chance per colpa nostra”.

Fernando ritiene che, nonostante ci sia stato un miglioramento nella classifica costruttori, le prestazioni del team siano state “più o meno simili allo scorso anno”. Lo spagnolo ha poi concluso dicendo: “Ma, quando non stai lottando per il campionato, essere quarto o quinto non cambia molto”.

+ posts