Che fine hanno fatto gli ultimi team principal della Ferrari?

Che fine hanno fatto gli ultimi team principal della Ferrari?

14 Dicembre 2022 0 Di Nicola Cobucci

Il turnover dei Team Principal della Ferrari in F1 è il più alto di tutte e 10 le squadre, ma quali sono gli ex detentori dell’incarico fino ad ora, visto che Fred Vasseur diventa l’ultimo a prendere il timone?

C’è una scuola di pensiero secondo cui la stabilità alla fine genera successo, non solo in Formula 1 ma in qualsiasi sport. Il che ci porta alla Ferrari.

Una Scuderia che negli ultimi anni si è contraddistinta proprio per la mancanza di stabilità. un titolo che manca oramai da 15 anni. Vasseur è l’ultimo di una serie di team principal che proverà a riportare il titolo a Maranello.

Il turnover dei Team Principal della Ferrari in F1 è il più alto di tutte e 10 le squadre, ma quali sono gli ex detentori dell'incarico fino ad ora, visto che Fred Vasseur diventa l'ultimo a prendere il timone?
Frédéric Vasseur, annunciato come nuovo Team Principal della Ferrari

Ma che fine hanno fatto i suoi ultimi predecessori? Dalla lista abbiamo omesso Mattia Binotto, perché dove si trova in questo momento lo ricordiamo tutti.

Jean Todt – 1993-2007

Con l’eccezione dello stesso Enzo, Jean Todt è il più grande team principal della storia della Ferrari in F1. Il francese ha guidato la squadra fuori dalla stasi della metà degli anni ’90 portando il Cavallino al dominio. Insieme a Michael Schumacher e Ross Brawn, hanno distrutto gli avversari, riscrivendo i libri dei record, prima che il tedesco si ritirasse alla fine del 2006.

Jean Todt ha rivinto con Kimi Raikkonen nel 2007, rivendicando l’ultima accoppiata di titoli per la Ferrari, prima di ritirarsi come capo squadra all’inizio del 2008, recidendo tutti i legami con la Ferrari un anno dopo in preparazione di una possibilità di sostituire Max Mosley come presidente della FIA. Cosa che poi si è avverata.

Todt è stato eletto tre volte presidente della FIA. Il suo ultimo mandato è terminato nel dicembre 2021, pochi giorni dopo il Gran Premio di Abu Dhabi. Ora è inviato speciale delle Nazioni Unite per la sicurezza stradale.

Il turnover dei Team Principal della Ferrari in F1 è il più alto di tutte e 10 le squadre, ma quali sono gli ex detentori dell'incarico fino ad ora, visto che Fred Vasseur diventa l'ultimo a prendere il timone?

Stefano Domenicali – 2008-2014

Dopo le partenze di Todt e Brawn, il team manager Domenicali è stato promosso a team principal in tempo per la stagione 2008. Quell’anno ha sfiorato la conquista di un doppio titolo, con Hamilton che ha strappato il titolo a Massa negli ultimi secondi della stagione.

La Ferrari è stata colta di sorpresa dal regolamento del 2009 avendo spinto così forte nel ’08, ma ha vinto in Belgio grazie a Raikkonen. Tornati in forma nel 2010, il nuovo acquisto Fernando Alonso ha perso il titolo nella finale di Abu Dhabi dopo che un errore di strategia non è riuscito a riconoscere Sebastian Vettel come la principale minaccia, e non Mark Webber.

Sono seguiti anni di magra con macchine scadenti, anche se Alonso ha quasi trascinato la F2012 al titolo, perdendo ancora una volta di tre punti contro la RB8 di Vettel.

Domenicali si è dimesso dopo il Gran Premio del Bahrain 2014, citando lo scarso inizio della Ferrari nell’era dei turbo ibridi – e si è allontanato dalla F1 – con impieghi in Audi, Lamborghini e nella commissione monoposto della FIA. Nel 2021, Domenicali è diventato l’amministratore delegato della F1, sostituendo Chase Carey.

Marco Mattiacci – 2014

All’indomani delle dimissioni di Domenicali, la Ferrari si è rivolta al capo della divisione auto stradali nordamericana, Marco Mattiacci, un uomo d’affari.

È durato 16 gare al timone, ma ha deciso di assumere Vettel per il 2015. Mattiacci ha lasciato il team alla fine del 2014, la prima stagione senza vittorie della Ferrari dal 1993, presentandosi alla Faraday Future come Chief Brand e Chief Commercial Officer. Mattiacci è ora all’Aston Martin Lagonda in un ruolo simile a quelli ricoperti alla Faraday.

Maurizio Arrivabene 2015-2018

Se Mattiacci era un uomo d’azienda, allora Maurizio Arrivabene era un uomo di marca. Inserito da Sergio Marchionne, Arrivabene sembrava avere una maggiore comprensione della F1 dopo la sua lunga collaborazione con lo sponsor Ferrari Philip Morris e Marlboro.

Sotto la sua guida, la Ferrari si è avvicinata ai titoli 2017 e 2018, ma una combinazione di cattiva gestione del team, affidabilità ed errori di guida di Vettel è costata alla squadra la possibilità di detronizzare Hamilton e Mercedes. Dopo l’implosione della fine del 2018 e la scomparsa di Marchionne all’inizio di quell’estate, Arrivabene ha lasciato la Ferrari.

Arrivabene è stato nel consiglio di amministrazione della Juventus dal 2012, diventandone amministratore delegato nel 2021. Tuttavia, si è dimesso insieme ad Andrea Agnelli e Pavel Nedved nel novembre 2022 a causa di accuse di illeciti finanziari.

+ posts