WRC | Season Preview 2023: Tutti a caccia di Rovanperä

WRC | Season Preview 2023: Tutti a caccia di Rovanperä

12 Gennaio 2023 0 Di Sebastiano Vanzetta

Sta per iniziare il mondiale 2023 del WRC, che vedrà Rovanperä cercare di difendere il titolo. Ecco la season preview.

Ci siamo, manca una settimana all’inizio del primo evento del mondiale rally. Giovedì prossimo avrà il via a Monte-Carlo il Mondiale 2023 del WRC, il World Rally Championship. Il rally monegasco inaugurerà quindi la seconda stagione delle vetture Rally1, dotate di sistema ibrido. Sarà anche la stagione che vedrà Kalle Rovanperä difendere il titolo di campione.

Ma bando alle ciance e lanciamoci subito sugli aspetti più importanti di questa stagione che sta per iniziare. Ecco quindi la Season Preview!

Lotta al vertice

Come già detto, nella classe regina l’attenzione sarà principalmente su Kalle Rovanperä. Il baby-fenomeno di casa Toyota dovrà infatti difendere con il titolo e provare a riconfermarsi campione del mondo, per evitare che il suo magnifico 2022 non si trasformi in un fuoco di paglia. Il finlandese ha dato prova di poter essere un pilota imbattibile, ma ha assoluto bisogno di riaffermarsi per confermare questo status.

Proveranno a rendergli la vita difficile Thierry Neuville e Ott Tanäk. Il belga della Hyundai, andrà anche quest’anno a caccia del titolo, l’unica cosa che gli manca per coronare una grande carriera. Vice-campione per ben 5 volte in questi ultimi 10 anni di gare, Neuville sa che di tempo a disposizione non ne rimane molto, e quindi dovrà cercare di dare il massimo, forte delle prestazioni che la i20 N Rally1 ha mostrato nella seconda parte della passata stagione.

Ott Tanäk, invece, un titolo lo ha già in mano, ma l’obiettivo è quello di vincerne un altro e tornare a guardare tutti dalla cima della montagna, riaffermandosi come uno dei piloti più forti del panorama attuale del rally. L’estone, per fare ciò, ha deciso di lasciare Hyundai e tornare in M-Sport, probabilmente spinto dalla necessità di essere leader indiscusso del team. D’altra parte, questa cosa in Hyundai, complice la contemporanea presenza di Neuville, non è mai avvenuta.

Proverà ad inserirsi per la corsa mondiale anche Elfyn Evans, britannico di Toyota che dopo aver sfiorato il titolo nel 2020 e nel 2021, l’anno scorso ha faticato a tenere il passo del compagno Rovanperä. Nonostante ciò Evans non intende mollare, e sicuramente tenterà di mettere in difficoltà il finlandese, Neuville e Tanäk.

Gregari di lusso

Curiosità poi per la prima stagione full-time di Pierre-Louis Loubet, promosso da M-Sport dopo i buoni risultati dell’anno scorso. Il francese cercherà di non nascondersi e di fare risultato, ma dovrà stare attento a non incappare in errori che, da rookie, sono sempre dietro l’angolo. Avrà inoltre voglia di riscattarsi Esapekka Lappi, che nelle ultime due stagioni non ha corso stagioni complete. Il finlandese approda in Hyundai e sarà compagno di Neuville, con il fine ultimo di una riconferma che saprebbe già di vittoria, magari aggiungendoci qualche vittoria.

Tanti poi i piloti che correranno part-time. Su tutti spicca l’otto volte campione del mondo Sébastien Ogier che dopo il ritiro a fine 2021 ha deciso di dedicarsi ad altro, lasciandosi però il tempo per qualche rally del mondiale. Il francese infatti ancora non ha annunciato quali rally correrà oltre a quello di Monte-Carlo, ma sappiamo già che condividerà la terza GR Yaris Rally1 con Takamoto Katsuta.

Dopo una stagione completa sotto le insegne del Junior Team, il giapponese tornerà a correre part-time ma con il team ufficiale. Per lui, nonostante il programma ridotto, è una grande soddisfazione essere riuscito ad approdare nella squadra principale, come ha dichiarato.

Due terzi piloti di tutto rispetto, poi, per Hyundai, che schiererà in alternanza Dani Sordo e Craig Breen. Lo spagnolo entrerà nella sua diciottesima stagione in WRC e sarà una pedina importante in ottica costruttori. Breen, invece, dopo una stagione intera sulla Puma Rally1 competerà in un programma ridotto. La speranza è infatti quella di ritrovare competitività e puntare ad un sedile a tempo pieno per il 2024, inseguendo magari anche la prima vittoria in carriera

L’unico pilota confermato sulla terza Puma, infine, è ad oggi Jourdan Serderidis. L’uomo d’affari greco prenderà dunque parte a 4 rally come terzo pilota M-Sport (Monte-Carlo, Messico, Sardegna e Kenya). Ancora però non si sa chi erediterà la terza Ford nelle altre tappe del mondiale. Tra i nomi sul tavolo, anche quello di Andreas Mikkelsen.

WRC-2

Interessante sarà anche il mondiale del WRC-2, categoria di supporto al WRC che negli anni è diventata sempre più competitiva e spettacolare. Oltre ad avere una classifica generale per tutti i piloti e team iscritti con vetture di gruppo Rally2, si dividerà poi in WRC-2 Open e WRC-2 Challenger. Quest’ultimo sarà una classifica a parte per tutti i piloti WRC-2 che non hanno mai vinto da nessuna parte e in nessun campionato una gara di Rally2 e né sono stati eleggibili per ottenere punti per la classifica costruttori WRC.

Quest’anno, la principale categoria di supporto del WRC sarà più competitiva che mai. Infatti il roster di piloti è di tutto rispetto, e contiene anche piloti passati per la categoria regina. Su tutti, i piloti che avranno maggiormente i fari puntati addosso saranno Oliver Solberg, Gus Greensmith e Adrien Fourmaux. Tutti e tre hanno corso in Rally1 la scorsa stagione, e sono i principali indiziati per la lotta a titolo. Quest’ultimo non potrà che essere combattutissimo, visto che tutti vorranno dimostrare di poter ritornare e stare nella categoria maggiore del mondiale. Insieme a loro, a giocarsi il titolo sarà probabilmente il campione in carica Emil Lindholm, che sarà compagno di Solberg e Greensmith.

Da tenere d’occhio, poi, anche Gregoire Munster e Marco Bulacia. Il primo, lussemburghese, correrà per M-Sport ed è stato votato come Pilota che è migliorato di più nel corso del 2022. Munster tenterà dunque di infilarsi per la lotta al titolo, così come il boliviano Bulacia, che resterà con Skoda e cercherà di riscattare il brutto 2022. Da non dimenticare inoltre che Toksport può vantare nelle sue fila anche il finlandese Sami Pajari, 2° nel WRC-3 l’anno scorso. Da tenere d’occhio, infine, su Citroen C3 Rally2, l’ex WRC Stéphane Lefebvre e Yohan Rossel, così come il ceco Erik Cais su una Skoda del team Orsák RallySport. Tornerà poi anche il neozelandese ex Hyundai Hayden Paddon, su una Hyundai i20 N Rally2 con team ancora da confermare. Infine, anche Hyundai ha confermato la sua presenza nel WRC-2, dove saranno presenti Teemu Suninen e Fabrizio Zaldivar.

FIA Junior WRC Championship e FIA Masters Cup

Il WRC-3, riservato a vetture di categoria Rally3, diventerà FIA Junior WRC Championship, unendosi in un’unica categoria. Nel 2022 infatti, pur condividendo le stesse vetture, essi erano campionati diversi. Per ora la categoria sarà un monomarca, con M-Sport che fornirà come l’anno scorso le Ford Fiesta Rally3. Ad aprile, però, arriverà probabilmente anche la nuova Renault Clio Rally3, che farà quindi concorrenza alla Fiesta.

Infine, ci sarà anche quest’anno la categoria Masters Cup, rinominata FIA Masters Cup. Questo campionato, ora aperto non solo a vetture Rally2 ma anche Rally3, Rally4, Rally5 e Rally-GT, è riservato a piloti stagionati, ovvero a piloti che abbiano compiuto almeno 50 anni di età. L’anno scorso si è imposto l’italiano Mauro Miele, battendo piloti passati anche per il WRC come Armin Kremer e Freddy Loix.

Le Line-Up

WRC (Rally1)

Toyota Gazoo Racing WRT – Toyota GR Yaris Rally1 🇯🇵
Kalle Rovanperä 🇫🇮Jonne Halttunen 🇫🇮Full-Time
Elfyn Evans 🇬🇧Scott Martin 🇬🇧Full-Time
Sébastien Ogier 🇫🇷Vincent Landais 🇫🇷Part-Time
Takamoto Katsuta 🇯🇵Aaron Johnston 🇮🇪Part-Time
Hyundai Shell Mobis WRT – Hyundai i20 N Rally 1 🇰🇷
Thierry Neuville 🇧🇪Martijn Wydaeghe 🇧🇪Full-Time
Esapekka Lappi 🇫🇮Janne Ferm 🇫🇮Full-Time
Dani Sordo 🇪🇸Càndido Carrera 🇪🇸Part-Time
Craig Breen 🇮🇪James Fulton🇮🇪Part-Time
M-Sport Ford WRT – Ford Puma Rally1 🇬🇧
Ott Tanäk 🇪🇪Martin Järveoja 🇪🇪Full-Time
Pierre-Louis Loubet 🇫🇷Nicolas Gilsoul 🇧🇪Full-Time
Jourdan Serderidis 🇬🇷Frédéric Miclotte 🇧🇪Part-Time
Da confermareDa confermarePart-Time

WRC-2 (Rally2)

Tra i tanti piloti che correranno nel WRC-2, ecco quelli confermati. (Non tutti però comincieranno con il Rally di Monte-Carlo).

Toksport WRT – Skoda Fabia RS Rally2 🇩🇪🇨🇿
Emil Lindholm 🇫🇮Reeta Hämäläinen 🇫🇮
Sami Pajari 🇫🇮Enni Mälkönen 🇫🇮
Oliver Solberg 🇸🇪Elliot Edmondson 🇬🇧
Gus Greensmith 🇬🇧Jonas Andersson 🇸🇪
Toksport WRT 2 – Skoda Fabia RS Rally2 🇩🇪🇨🇿
Marco Bulacia 🇧🇴Diego Vallejo 🇪🇸
Nikolay Gryazin 🏳Konstantin Aleksandrov🏳
François Delecour 🇫🇷 (Solo per Monte-Carlo)Sabrina de Castelli 🇫🇷 (Solo per Montecarlo)
M-Sport Ford WRT – Ford Fiesta Rally2 🇬🇧
Adrien Fourmaux 🇫🇷Alexandre Coria 🇫🇷
Grégoire Munster 🇱🇺Louis Louka 🇧🇪
Hyundai 2C Competition – Hyundai i20 N Rally2 🇰🇷 🇫🇷
Teemu Suninen 🇫🇮Mikko Markkula 🇫🇮
Fabrizio Zaldivar 🇵🇾Marcelo Der Ohannesian 🇦🇷
PH Sport – Citroën C3 Rally2 🇫🇷
Yohan Rossel 🇫🇷Arnaud Dunand 🇫🇷
DG Sport Compétition – Citroën C3 Rally2 🇧🇪
Stéphane Lefebvre 🇫🇷Andy Malfoy 🇫🇷
Sports&You – Citroën C3 Rally 2 🇵🇹
Alejandro Cachón 🇪🇸Alejandro López 🇪🇸
Orsák RallySport – Skoda Fabia RS Rally2 🇨🇿
Erik Cais 🇨🇿Petr Tēšinsky 🇨🇿
Da Confermare – Hyundai i20 N Rally2
Hayden Paddon 🇳🇿Da confermare
Da Confermare – Skoda Fabia RS Rally2
Norbert Herczig 🇭🇺Ramón Ferencz 🇭🇺
Christopher Ingram/Toksport WRT – Skoda Fabia Rally2 Evo 🇬🇧🇩🇪🇨🇿
Christopher Ingram 🇬🇧Craig Drew 🇬🇧

Il calendario

Nonostante i proclami di aggiungere un round al calendario e portare gli eventi a 14, la FIA non è riuscita nell’intento e anche per quest’anno i rally saranno 13. Tramonta l’idea di un rally in Arabia Saudita, mentre escono di scena Rally di Catalunya, Rally di Nuova Zelanda e Rally del Belgio. Ciò nonostante, vedremo il ritorno di alcuni rally come quello del Messico e quello del Cile.

Il campionato comincierà già il prossimo 19 gennaio con il Rally di Monte-Carlo, prima tappa del mondiale. Dai tornanti monegaschi ci si sposterà poi sulla neve del Rally di Svezia a febbraio, l’unico evento innevato dell’anno, che per la seconda volta consecutiva sarà basato ad Umeå e non più a Karlstad.

A marzo si passerà alle alte temperature del rientrante Rally del Messico, mentre ad aprile si farà ritorno in Europa per il trittico Rally di Croazia, Rally del Portogallo (maggio) e Rally d’Italia-Sardegna (inizio giugno). A fine giugno i piloti scenderanno in Kenya per il Safari Rally, mentre a luglio si tornerà nuovamente in Europa per disputare il Rally di Estonia.

Il 9° appuntamento sarà l’immancabile Rally di Finlandia ad agosto, seguito poi a settembre dal Rally dell’Acropoli in Grecia. A cavallo tra settembre e ottobre si tornerà, dopo 4 anni dall’ultima volta, in Cile per l’omonimo rally. A fine ottobre farà il suo debutto, inoltre, anche il nuovissimo Rally dell’Europa Centrale, da corrersi tra Germania, Austria e Repubblica Ceca. Novembre, infine, vedrà poi il gran finale, da disputarsi in Giappone come per il 2022.

Seguici sui nostri canali social!

Sei un grande appassionato del WRC o della Formula 1? Vuoi seguire tutte le news? Bene! Seguici sui nostri canali Instagram e Telegram! Nessun costo, tutto gratis. Mi raccomando, se ritieni interessanti i nostri articoli, condividili con chi vuoi. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

+ posts