WRC | Shakedown Rally di Monte-Carlo: Neuville davanti a tutti

WRC | Shakedown Rally di Monte-Carlo: Neuville davanti a tutti

19 Gennaio 2023 0 Di Sebastiano Vanzetta

È Thierry Neuville a mettersi in testa al gruppo delle Rally1 nel primo passaggio dello Shakedown di Monte-Carlo.

Il resoconto

In attesa della prima prova speciale di questa sera sul Col de Turini, i piloti hanno svolto lo Shakedown, una specie di prova libera prima dell’inizio del rally dove poter testare il set-up e saggiare le condizioni dell’asfalto. Questa corta prova non concorre ai fini della classifica, ma dà valide indicazioni su chi ha già confidenza con la vettura e su chi, invece, ha deciso di prendersela con comodo.

Nel primo di tre passaggii sul tratto di 2.29 km Sainte-Agnes / Peille, è stato Thierry Neuville a far segnare il miglior tempo, terminando la prova in 1’46.8. Il belga della Hyundai è parso subito a suo agio e con tanta confidenza nei confronti della i20 N Rally1. Un dettaglio, questo, che potrebbe giocargli a favore in questo rally.

Non è molto distante, però, il campione in carica Kalle Rovanperä. Il finlandese della Toyota prima dell’inizio ha confessato di non riporre molte speranze per questo rally, dove ancora non sente di avere confidenza. Ha però stampato un tempo di tutto rispetto, 0.9 secondi soltanto dietro a Neuville. Kalle ci ha abituato a prestazioni fuori dal comune anche quando non è il favorito, e chissà che questo weekend per lui possa andare meglio di quanto abbia previsto lo stesso Rovanperä.

Terza è la Hyundai di Dani Sordo, specialista dell’asfalto e soprattutto pilota di grande esperienza al Rally di Monte-Carlo. Lo spagnolo è dietro al compagno di squadra Neuville di 1 secondo tondo tondo, e sembra confermare il salto di qualità in termini di velocità e livello di confidenza della vettura dei coreani. Quarto è Sébastien Ogier, che insegue la nona vittoria al Principato e che è partito anche lui cercando subito di essere veloce. Il francese è di 1.2 secondi dietro a Neuville.

Quinto troviamo Pierre-Louis Loubet. L’altro francese in gara, assieme ad Ogier, ricomincia da dove aveva finito l’anno scorso, ovvero mostrando di essere subito capace di costruirsi la confidenza necessaria per guidare al meglio la Puma Rally1. Ed è proprio questo fattore che l’anno scorso l’ha fatto vincere la sfida interna con M-Sport contro Fourmaux. 1.5 secondi il distacco per lui dal primo.

Sono 2 invece i secondi che separano Ott Tänak, 6°, da Neuville. L’estone che quest’anno è passato in M-Sport sta certamente ancora cercando di studiare al meglio la vettura e non ha voluto strafare, anche se il tempo fatto segnare non è male. A 2.8 secondi da Neuville troviamo Elfyn Evans, 7°, che riesce a stare davanti di 3 decimi al compagno Takamoto Katsuta, 8°. I due probabilmente hanno deciso di partire tranquilli per assaggiare il set-up e le condizioni dell’asfalto.

Chiudono la classifica Esapekka Lappi, su Hyundai, a 6.2 secondi da Neuville, e Jourdan Serderidis sulla Puma di M-Sport, a ben 17.6 secondi dal belga. Lappi ovviamente deve ancora assestarsi sulla i20 N Rally1 e quello di Monte-Carlo sarà probabilmente un rally dove più che sul risultato si concentrerà sull’apprendimento della vettura, come dimostra il tempo dello shakedown.

Serderidis invece, è ovviamente partito con circospezione, visto che è da qualche anno che non partecipa al Rally di Monte-Carlo. L’uomo d’affari greco è ovviamente un passo indietro rispetto agli altri piloti di professione in termini di velocità. Ma l’obiettivo è quello di arrivare fino in fondo ed evitare passi falsi, e quindi il gran distacco da Neuville non deve sorprendere.

La classifica dello Shakedown

Seguici sui nostri canali social!

Sei un grande appassionato del WRC o della Formula 1? Vuoi seguire tutte le news? Bene! Seguici sui nostri canali Instagram e Telegram! Nessun costo, tutto gratis. Mi raccomando, se ritieni interessanti i nostri articoli, condividili con chi vuoi. Buon proseguimento di lettura sul nostro sito!

+ posts