Perché Morbidelli non avrà la moto ufficiale neanche nel 2021?

Perché Morbidelli non avrà la moto ufficiale neanche nel 2021?

18 Febbraio 2021 1 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 2 Minuti

Il team principal della Yamaha MotoGP Lin Jarvis ha affermato che Franco Morbidelli meriterebbe una M1 con specifiche di fabbrica, ma semplicemente non è stato possibile dargliene una per il 2021.

Franco Morbidelli è l’unico dei quattro piloti Yamaha che nel 2021 non avrà la moto con le specifiche attuali. L’italiano rimarrà sulla M1 ‘A-spec’. Questo nonostante abbia segnato tre delle sette vittorie della Yamaha lo scorso anno e abbia concluso la stagione come il suo miglior pilota, a 13 punti dal titolo.

Parlando nel corso dell’evento di lancio del team ufficiale lunedì, Jarvis ha spiegato perché a Morbidelli non è stata data una moto ufficiale per quest’anno nonostante le sue ottime prestazioni.  “Le specifiche della moto sono scelte dalla Yamaha e dai team, ma ci sono anche conseguenze finanziarie per le specifiche della moto che hai”, ha detto Jarvis. 

“Una moto ufficiale è francamente molto più costosa di una moto A-spec. Ci sono problemi di tempistica quando devi effettuare l’ordine per i materiali. Abbiamo avuto problemi con il Covid, che ha esercitato molta pressione sugli sponsor, sulla Yamaha, sulle aziende. Non siamo nel periodo economico più favorevole di sempre.”

Risultato immagini per franco morbidelli 2020

“La decisione sulle specifiche della moto per Franky è stata presa a metà dello scorso anno. Franky merita di avere le specifiche migliori? Sì. È possibile? Sfortunatamente la risposta è no. Tuttavia, le specifiche della moto ‘A-spec’ sono molto simili e molto performanti. Quindi la moto sarà performante anche quest’anno. Non credo che Franky avrà alcuno svantaggio.” 

La moto di Morbidelli è essenzialmente una M1 2019, che piloti del calibro di Vinales e Quartararo hanno concordato come “migliore del modello 2020”

A seguito degli ottimi risultati di Morbidelli, il direttore del team Yamaha Massimo Meregalli ammette che la moto ufficiale di quest’anno sarà più vicina nelle specifiche a quella del pilota italiano.  “Abbiamo sofferto per la mancanza di grip, o in alcune occasioni è stato molto difficile adattare il set-up della nostra moto in tutti i circuiti”, ha detto Meregalli. “Già questo aspetto è un ambito in cui stiamo lavorando, siamo molto concentrati per cercare di fare una moto più bilanciata. Sicuramente l’anno scorso abbiamo potuto – soprattutto in Giappone – poter capire i punti deboli della moto ufficiale ei punti forti della moto di Franky.”

+ posts