Vettel: “Non ero più felice. Credo ancora al quinto titolo.”

Vettel: “Non ero più felice. Credo ancora al quinto titolo.”

9 Marzo 2021 1 Di Nicola Cobucci
Tempo di lettura: 3 Minuti

Sebastian Vettel ci crede ancora ed è convinto che ha davanti a sé molti altri anni per poter vincere il quinto titolo mondiale.

Verso la sua quattordicesima stagione completa come pilota di Formula 1, Vettel si è unito all’Aston Martin dopo una brutta stagione con la Ferrari. Vettel è stato ampiamente battuto dal compagno di squadra Charles Leclerc. Prima dell’inizio del campionato, la Ferrari ha annunciato di non voler rinnovare il contratto in scadenza del pilota tedesco.

Vettel si è unito alla Ferrari nel 2015, dopo aver vinto quattro campionati del mondo con la Red Bull. Ora, a 33 anni, Vettel resta convinto che con l’occasione giusta possa ancora vincere il quinto titolo mondiale.

“Ovviamente non sono troppo vecchio”, ha affermato durante la presentazione della nuova Aston Martin, accennando al ritorno imminente del due volte campione del mondo Fernando Alonso con Alpine. “Voglio dire, ora ci sono piloti più anziani che si uniscono alla griglia, piuttosto che piloti più giovani.”

Sebastian Vettel e Lewis Hamilton - Sochi

“Non credo sia una questione di età. Penso che sia più una questione di, ‘hai la macchina e il team intorno a te?’ Ovviamente la Formula 1 è così probabilmente da sempre. Non è un segreto, ovviamente, negli ultimi anni dovevi essere su una Mercedes per lottare davvero per il campionato. Penso che a volte ci siamo avvicinati con la Ferrari, ma non ci siamo mai avvicinati abbastanza per avere voce in capitolo nelle ultime due o tre gare.”

Alla fine della stagione, Vettel è passato da un team grande come la Ferrari all’Aston Martin, una scuderia più piccola che lo accoglie come vera e propria guida e punto di riferimento.

“L’anno scorso non è un segreto che non fossi più felice“, ammette Vettel. “Quindi quest’anno non vedo l’ora.”

“È un grande gruppo di persone. Lo spirito è fantastico. Ovviamente è molto piccolo se lo si confronta con la Ferrari all’inizio. Ma parte di ciò è ovviamente il fatto che non stiamo costruendo il motore e un’altra parte è che la squadra sta ancora crescendo, quindi praticamente l’opposto della maggior parte delle altre grandi squadre e ovviamente della squadra per cui ho corso prima.”

Indicando il successo di Mercedes negli ultimi sette anni, Vettel ha riconosciuto che un impegno a lungo termine è essenziale “se si vuole davvero vincere”.

“Se guardi la Mercedes, hanno iniziato nel 2011-12 e poi sono diventati davvero vincenti con il nuovo propulsore”, spiega. “Ma l’auto non era eccezionale nel 2014, dal punto di vista del telaio. E da quel momento in poi – dovrei dire [da] ’11 – poi ci sono voluti altri cinque anni per costruire davvero un’auto che fosse anche considerata probabilmente il miglior telaio. Quindi questo è il tempo che ci vuole.”

Sebastian Vettel - Aston Martin

“Ma poi tutti hanno quel tempo e non tutti hanno fatto il lavoro. Quindi ci sono molti progetti in corso, diversi produttori e alla fine solo uno può vincere, ma la Mercedes è stata quella che è stata la più forte. Quindi tanto di cappello a loro. Gli altri non sono stati abbastanza bravi.”

 Vettel è ottimista sul fatto che qualcosa potrebbe cambiare con i nuovi regolamenti tecnici. “Ovviamente la Formula 1 sta cambiando. Il tempo lo dirà, ma forse non hai più bisogno di quei tre-cinque anni [per lottare per il titolo]. Forse si ridurrà. Questa è la speranza, credo, che tutti siano un po’ più vicini alla vetta. Non voglio arrivare sul podio perché sono stato fortunato che i ragazzi davanti si siano ritirati.. Quindi vedremo come cambierà la Formula 1 nei prossimi anni.”

È questo, piuttosto che l’età di Vettel, che determinerà la possibilità di lottare per un quinto campionato del mondo. “Dal punto di vista dell’età, penso di avere ancora molto tempo con me”, dice. “In tutta onestà, dipende un po’ dalle circostanze di come andranno le cose nel prossimo futuro.”

+ posts