F1 | Gp Belgio – Verstappen primo anche nelle FP3, seguono Perez e Hamilton. Ferrari in difficoltà.

F1 | Gp Belgio – Verstappen primo anche nelle FP3, seguono Perez e Hamilton. Ferrari in difficoltà.

28 Agosto 2021 1 Di Sebastiano Vanzetta

In una bagnata Spa, Super Max si aggiudica anche l’ultimo turno di prove libere, rifilando quasi un secondo al suo compagno di squadra Perez. Molto male le Ferrari, alle prese con grossi problemi di sottosterzo.

Si concludono anche le FP3, che vedono Max Verstappen davanti a tutti, seguito a ruota da Sergio Perez, fresco di rinnovo con Red Bull. Terzo è Hamilton che in condizioni di pista bagnata fa la differenza rispetto al compagno di squadra Bottas, solo 11°. Molto bene anche Norris e Ocon, rispettivamente 4° e 5°. Tanti problemi invece per la scuderia di Maranello, alle prese con un grande problema di sottosterzo che ancora non è stato risolto. Molto bene anche Russell e Latifi, 9 e 12°.

Non è l’unico intoppo del weekend per gli uomini del cavallino, costretti nella notte a cambiare completamente il telaio della monoposto di Charles Leclerc dopo il botto nelle FP2 di ieri. Fortunatamente nessuna penalità per il monegasco, che potrà quindi beneficiare di un telaio fresco, sicuramente più performante.

La terza sessione di libere si apre con condizioni di pista bagnata, che obbliga team e piloti ad uscire con le gomme intermedie. I primi a scendere in pista sono i due piloti della Williams, seguiti poi da tutti gli altri piloti. Come previsto, i primi giri cronometrati sono alti, anche se non passa molto tempo prima che qualcuno scenda sotto i 2 minuti.

Si porta in testa Hamilton con un tempo di 1.57.996. Intanto la pista, dopo il primo quarto d’ora, comincia lentamente ad asciugarsi, ma non abbastanza da poter azzardare il cambio alla mescola da asciutto. I piloti della Ferrari, invece, si trovano a lottare contro un terribile problema di sottosterzo che sembra non essere facilmente risolvibile in vista delle qualifiche. Non un buon segnale, considerando anche che le due rosse non possono affidarsi alla power unit, che paga ancora dazio rispetto agli altri team.

Beneficiando della pista a tratti molto asciutta, Max Verstappen fa segnare il tempo migliore della sessione, un 1.56.924 molto vicino al tempo di cross-over (ovvero il tempo sul giro che Pirelli stima sia quello che indica il passaggio dall’utilizzo della mescola da bagnato a quella da asciutto), e che lo candida prepotentemente per la pole.

Passano i minuti e nel frattempo dai piani alti comunicano il calendario ufficiale da qui a fine stagione, con ancora da definire il circuito per il weekend del 19-21 novembre. il ballottaggio è tra il Qatar e una seconda tappa in Bahrein.

A circa mezz’ora dalla fine della sessione, torna la pioggia a bagnare nuovamente Spa, salvo poi andarsene dopo appena 10 minuti. Nessuno riesce a migliorare il tempo di Verstappen. Le Ferrari confermano le loro difficoltà, con addirittura Leclerc 16° dietro alla Haas di Mick Schumacher.

La sessione si chiude senza partiolari episodi degni di nota, fatta eccezione per un testacoda di Gasly che causa bandiera gialla, e l’azzardo di Norris che all’ultimo minuto tenta il giro con gomma rossa, uscendo dalla corsia box addirittura scodando, ma è costretto ad abortire dalle condizioni ancora proibitive.

Si chiude così l’ultima sessione prima delle qualifiche, per le quali è prevista pioggia.

Di seguito la classifica delle FP3.

+ posts