Sainz soddisfatto: “Il mio miglior weekend in Ferrari”

Sainz soddisfatto: “Il mio miglior weekend in Ferrari”

28 Settembre 2021 0 Di Daniele Donzelli

Carlos Sainz ha conquistato un ottimo podio nel GP di Russia, che sulla carta doveva essere una gara in difesa.

Non è una novità che il motore Ferrari sia uno dei peggiori del lotto, perciò gli addetti ai lavori credevano che sarebbe stato un GP di sofferenza in cui limitare i danni.

Proprio per questo motivo, la scuderia ha scelto di montare qui la quarta power unit a Charles Leclerc, così da minimizzare la perdita di punti.

Ma sin dal sabato mattina si capisce che non sarà un weekend come tutti gli altri.

Le previsioni annunciano un temporale, sia al sabato mattina che alla domenica poco dopo l’ora di pranzo.

E in effetti, la pioggia è la protagonista delle qualifiche, che permettono a Norris di conquistare la sua prima pole in carriera. Al suo fianco scatterà Sainz.

Le parole di Sainz sulla GP di Russia, molto positivo nel complesso, si apera per lui che per la Ferrari, che ha ottenuto un buon podio.

Il giorno dopo, Sainz sarà autore di uno stacco della frizione allo spegnimento dei semafori non perfetto, ma grazie alla scia di Norris riuscirà ad essere il leader della corsa alla prima curva.

Purtroppo, non manterrà a lungo la leadership, e poco dopo aver subito il sorpasso da Norris lo spagnolo entra ai box per montare gomma bianca, con l’intento di arrivare a fine gara.

Alla fine la pioggia aiuta lo spagnolo, che ci mette anche molto del suo chiedendo le intermedie al momento giusto.

Carlos taglia il traguardo in terza posizione. Un podio più che inaspettato al venerdì, ma che ha uno strano sapore, visto che la Ferrari numero 55 è stata in testa alla corsa.

Le parole di Carlos:

In un’intervista riportata dal sito racefans.net, Sainz ha dichiarato:

“Finire terzi dopo essere stati in testa alla gara non è una gran sensazione. Ciò che dobbiamo fare è continuare a lavorare come una squadra per assicurarci che la prossima volta che ci troviamo a condurre una gara, la manteniamo la posizione e la vinciamo e anche per evitare problemi di graining come quelli che abbiamo avuto.”

Nonostante ciò, lo Carlos si reputa più che soddisfatto del weekend nel suo complesso, che in effetti, visti i presupposti, è stato molto superiore alle aspettative.

Le difficoltà sul dritto rimangono (la Ferrari di Sainz è stata probabilmente la vettura più semplice da sorpassare nel corso della gara), ma il nuovo motore montato da Leclerc ha dato buoni segnali.

Le parole di Sainz sulla GP di Russia, molto positivo nel complesso, si apera per lui che per la Ferrari, che ha ottenuto un buon podio.

“É stato senza dubbio il mio  miglior weekend in Ferrari, sono riuscito a spingere al massimo in tutte le sessioni di qualifica – ha aggiunto – poi una buona partenza e una buona gestione del passo gara in condizioni difficili hanno fatto il resto.”

“Penso che anche la squadra abbia fatto un buon lavoro, con i pit stop e con le scelte delle gomme, mettendo le soft [in qualifica ndr] e le intermedie [a fine gara] al momento giusto.”

Il team radio “sorprendente”

Infine si è anche soffermato sulle parole che l’ingegnere gli ha riferito via radio dopo il primo pit stop, in cui si comunicava al pilota che la posizione per cui lottare era la quinta.

Parole forse non adattissime (anche se in quel momento abbastanza realistiche) da dire a un pilota che prima della sosta era in testa alla corsa, e che sa che deve dare il massimo dal primo all’ultimo metro.

“É stato sorprendente, ovviamente, perchè quando sei in testa alla corsa ti aspetti perlomeno di poter battagliare per il podio.”

Le parole di Sainz sulla GP di Russia, molto positivo nel complesso, si apera per lui che per la Ferrari, che ha ottenuto un buon podio.

“Non sapevo esattamente in che punto della pista fossero gli altri – ha continuato – ma sapevo che nessuno poteva superarci con l’overcut, perché il ritmo era buono, nonostante fossi nel traffico di Bottas e di Gasly. Forse le simulazioni riportavano P5 poiché gli altri avrebbero montato gomme medie dopo la sosta.”

Ad ogni modo, Sainz sembra essere stata la scelta giusta per Ferrari, nonostante molti fossero scettici a inizio stagione.

Speriamo che lo spagnolo riesca a mantenersi anche in futuro su questo livello di competitività.

+ posts