Raikkonen stupito: “Non so perché piaccio ai fan”

Raikkonen stupito: “Non so perché piaccio ai fan”

27 Gennaio 2022 0 Di Daniele Donzelli

Raikkonen ha affermato di non comprendere la ragione per cui è sempre stato apprezzato dai fan. Kimi è semplicemente stato sempre sé stesso…

Con il GP di Abu Dhabi 2021 si è conclusa la carriera di un pilota tra i più iconici degli ultimi anni: Kimi Raikkonen. Il finlandese ha fatto innamorare tutti i tifosi della Rossa, vincendo il campionato nel 2007. Ma la sua grande popolarità tra i fans non è dovuta solo ai successi ottenuti in pista. Particolarmente famose, infatti, sono le sue risposte brevi e schiette, e i suoi team radio. Kimi, però, in un’intervista rilasciata a motorsport.com, ha spiegato di non capire il motivo di questo grande apprezzamento. L’ex pilota Ferrari ha affermato di “essere sempre stato sé stesso”.

“Non so perché piaccio ai fan. Forse perché sono quello che sono, strano, bizzarro o come mi chiamate! “Per me il mio atteggiamento è normale, ma forse non lo è per tutti. Io, comunque, sono quasi sempre stato me stesso” ha affermato.

Ovviamente, all’inizio non è stato facile per Kimi: “In ogni ambito, penso sia necessario andare un po’ controcorrente. All’inizio è stato più difficile, perché tutti cercano di cambiarti. Ma se non lo fai, se resti te stesso, prima o poi lasciano perdere. Pensano: ‘È meglio che lasciargli fare ciò che vuole ha raccontato. “Sono contento di aver resistito all’inizio, è molto difficile cercare di essere diversi da sé stessi. Penso che si possa fare ciò che le persone chiedono, o essere ciò che loro vogliono per un po’ di tempo. Ma non è bello né sano alla lunga”.

Raikkonen sorpreso a sorridere dalle telecamere
Raikkonen sorpreso a sorridere dalle telecamere

Per concludere, Raikkonen si è esibito in una risposta in pieno stile Kimi. Quando gli è stato chiesto se avesse ricordi piacevoli di Abu Dhabi 2012 (diventato uno dei tanti momenti iconici grazie al team radio “Just leave me alone”), ha riposto dicendo: “No. Abbiamo semplicemente vinto la gara, le persone che erano lì sanno ciò che è accaduto. È facile prendere una cosa e costruirci storie attorno. Vincere una gara è lungo processo che va da venerdì a domenica. Non ho alcun sentimento a riguardo, né positivi né negativi”.

Kimi non è mai banale, riesce sempre a stupire tutti con le sue dichiarazioni. E, cosa molto importante e rara, non si tira mai indietro dal dire esattamente ciò che pensa. La sua figura mancherà, e molto, al mondo della F1, sia dentro che fuori dalla pista. Chissà se il Circus avrà mai un nuovo Raikkonen…

+ posts