Toto Wolff: “L’inflazione e il budget cap non ci hanno aiutato”

Toto Wolff: “L’inflazione e il budget cap non ci hanno aiutato”

21 Febbraio 2022 0 Di Giosuè Vitiello

Toto Wolff ammette che il tetto dei costi e l’inflazione hanno creato alcune preoccupazioni all’interno del team.

Il 2022 è un anno importantissimo: un appuntamento a cui nessun team può arrivare impreparato. Soprattutto Mercedes: il team di Brackley viene da una striscia di otto titoli costruttori consecutivi e non ha intenzione di fermarsi. George Russell e Lewis Hamilton sono pronti a dare battaglia affinché Mercedes rimanga un team di alta classifica. Tuttavia il team principal Toto Wolff ha raccontato le preoccupazioni date dal budget cap e dall’inflazione, mai così alta da 30 anni a questa parte nel Regno Unito. Le difficoltà di spalmare i 140 milioni di dollari a disposizione influenzano soprattutto la manodopera e l’R&S. Le case sono costrette a diminuire il numero di uomini e donne a disposizione della squadra durante i week-end di gara, decentrandoli in categorie e settori differenti. La ricerca e lo sviluppo, dal canto suo, appare particolarmente complicata e articolata, poiché i team, non avendo parecchio denaro da investire per effettuare delle modifiche alla monoposto devono scegliere quale soluzione risulta avere più potenziale.

Il team principal ammette che il tetto dei costi e l'inflazione hanno creato alcune preoccupazioni all'interno del team.
Mercedes W13 in azione a Silverstone per lo shakedown.

È stato molto, molto difficile strutturare l’azienda e l’organizzazione nel modo giusto per soddisfare il limite dei costi a 140 milioni di dollari. Anche in un ambiente ad alta inflazione, non solo stiamo riducendo di 5 milioni di dollari, ma abbiamo una situazione in cui non sei in grado di aumentare realmente i costi. Quindi questo è estremamente doloroso. E dall’altro lato, devi decidere molto attentamente dove investire il tuo denaro in R&S. In passato, era un po’ più facile perché si potevano seguire varie strade per inseguire le prestazioni. Oggi devi decidere quale ha il più alto potenziale e poi intraprenderlo. È un modo di operare totalmente diverso per le grandi squadre. La pressione aggiunta del tetto dei costi rende molto difficile poi cambiare la base, cambiare l’auto fondamentalmente. Perché tutto è pianificato, ogni aggiornamento e i relativi costi sono pianificati, e quindi siamo molto più limitati con il limite di bilancio nella nostra capacità di implementare il processo creativo sulla vettura“.

Website | + posts