Ferrari: donati un milione di euro per gli ucraini in difficoltà

Ferrari: donati un milione di euro per gli ucraini in difficoltà

9 Marzo 2022 0 Di Giosuè Vitiello

La Ferrari ha deciso di donare un milione di euro per sostenere i profughi coinvolti nella guerra in Ucraina.

La grave situazione che sta avvenendo in Ucraina ha sconvolto il mondo, non solo dal punto di vista politico, ma anche da quello sportivo: l’annullamento della finale di Champions a San Pietroburgo, l’annullamento del Gran Premio di Sochi di Formula 1, o ancora l’esclusione di atleti, sponsor e squadre russe dalle competizioni in cui militavano. E’ il caso dello sponsor russo Uralkali che, dopo aver rescisso il contratto con il team americano Haas, ha abbandonato la competizione facendo si che anche Nikita Mazepin, pilota che dipendeva da questa sponsorizzazione, abbandonasse il team.

La Ferrari ha deciso che donerà un milione di euro in favore del popolo ucraino in difficoltà, per aiutare i profughi ucraini e fornire loro assistenza. I fondi saranno convogliati attraverso la Regione Emilia-Romagna che, in collaborazione con la Croce Rossa e l’UNHCR, finanzierà progetti umanitari internazionali a sostegno dell’Ucraina e iniziative locali incentrate sull’accoglienza dei rifugiati nella regione italiana. Inoltre, gli aiuti andranno all’Associazione Chernobyl di Maranello, Fiorano, Formigine – ONLUS per provvedere alle necessità degli ucraini che saranno ospitati nell’area vicina all’Azienda. Inoltre, visto il perdurare della situazione, la Ferrari ha preso la decisione di sospendere la produzione di veicoli per il mercato russo fino a nuovo ordine.

La Ferrari ha deciso di donare un milione di euro per sostenere i profughi coinvolti nella guerra in Ucraina.

La Ferrari è al fianco di tutti coloro che in Ucraina sono colpiti da questa crisi umanitaria in corso“, ha dichiarato l’amministratore delegato della Ferrari, Benedetto Vigna. “Mentre speriamo in un rapido ritorno al dialogo e in una soluzione pacifica, non possiamo rimanere indifferenti alla sofferenza di tutti coloro che sono stati colpiti. I nostri pensieri e il nostro sostegno vanno a loro. Stiamo facendo la nostra piccola parte a fianco delle istituzioni che stanno portando un sollievo immediato a questa situazione“.

Website | + posts