Ocon entusiasta: “La battaglia con Fernando come nei go-kart”

Ocon entusiasta: “La battaglia con Fernando come nei go-kart”

28 Marzo 2022 0 Di Giosuè Vitiello

Ocon si è detto soddisfatto del duello avuto con il compagno di squadra Fernando Alonso, definendola come una “battaglia tra go-kart”.

I due piloti Alpine sono stati protagonisti di un bellissimo duello, che non ha certamente annoiato gli spettatori a casa. Avrà sicuramente creato più di qualche grattacapo agli strateghi del team francese in quanto, a causa di questa battaglia i due hanno perso un sacco di tempo, perdendo tutto il vantaggio accumulato prima su Bottas e poi su Magnussen. Tuttavia, a detta del pilota francese, il duello è stato particolarmente emozionante: combattere contro Fernando è sempre un onore e poi lo hanno riportato ai bei tempi trascorsi nei kart quando era ancora giovane.

Esteban Ocon ha poi anche parlato della gestione dell’ultimo giro. L’anno scorso fu beffato proprio da Valtteri Bottas negli ultimi metri prima della bandiera a scacchi, perdendo un podio che sembrava ormai certo, mentre domenica scorsa è stato proprio lui a prendersi la posizione sul rivale Lando Norris, sorprendendolo all’ultima curva.

Ocon si è detto soddisfatto del duello avuto con il compagno di squadra Fernando Alonso, definendola come una "battaglia tra go-kart".

Bella gara con Lando, bella gara con Fernando, con Valtteri. È una filosofia completamente diversa: ora correre con queste macchine, è più o meno come una gara di go-kart. E combattendo con Fernando molto da vicino, siamo stati molto vicini in tutte le sessioni di questo fine settimana: in qualifica, c’era meno di un decimo a separarci. Quindi sarà vicino tutto l’anno. Ma questo sta spingendo le prestazioni della squadra verso l’alto. Penso che naturalmente quando si lotta, come nei go-kart, si perde tempo, è normale. Ma al momento in una gara con una sola sosta, la posizione in pista è abbastanza importante. E la squadra ci ha permesso di correre. È sempre un privilegio correre con Fernando. Mi fa sorridere. E’ bravissimo in gara, lo sappiamo, è estremamente veloce. È bello che corriamo così vicini. Ed è un bene che possiamo spingere la squadra in avanti. Penso che non abbia perso velocità anche da quando combatteva con Lewis [Hamilton] nel 2007, credo. È come un buon vino, è maturato con l’età!”.

E sulla battaglia all’ultimo giro ha affermato: “Ho una buona conoscenza dall’anno scorso, che probabilmente mi ha salvato da quest’anno”, ha detto. “Quindi mi ha superato ovviamente un giro prima della fine. E questa volta sono riuscito a riprenderlo nell’ultimo giro. Sapevo come gestire la mia batteria rispetto all’anno scorso. E siamo riusciti a tenerla sotto controllo questa volta”.

Website | + posts