Mick Schumacher, inizio di stagione non all’altezza.

Mick Schumacher, inizio di stagione non all’altezza.

5 Maggio 2022 0 Di Matteo Poletti

Il tedesco è, assieme a Latifi, l’unico pilota full-time in griglia a quota zero punti, mentre il compagno Magnussen sta trascinando la Haas con 15 punti dopo quattro gare.

Un inizio al di sotto delle aspettative

Una maggiore competitività della vettura e un più esperto compagno di squadra avrebbero dovuto aiutare Mick Schumacher a migliorare rispetto alla sua stagione di debutto in Formula 1. Invece, dopo quattro gare, il figlio d’arte tedesco è ancora a secco di punti (l’unico pilota full-time in griglia insieme a Nicholas Latifi), mentre il team-mate Kevin Magnussen è decimo nella classifica piloti a quota 15 punti.

Due errori in qualifica nelle prime due gare hanno compromesso la partenza del tedesco: a Sakhir non è riuscito ad entrare in Q3 a differenza del compagno danese, mentre a Jeddah un grave incidente ha decretato anticipatamente la fine del suo weekend.

Il fine settimana di Melbourne è stato l’unico in cui Mick è stata la prima Haas a tagliare il traguardo, ma in 13esima posizione. Ad Imola un buon sabato gli ha permesso di partire dalla decima piazza per la gara domenicale, ma due spin lo hanno relegato in diciassettesima posizione.

mick schumacher

Ora non ci sono più scuse

Nel 2021, con una Haas tutt’altro che competitiva, Schumacher non aveva la pressione di dover entrare in top 10. Anzi, Mick è stato piuttosto lodato per come ha battuto il compagno Nikita Mazepin, riuscendo persino ad entrare in Q2 in un paio di occasioni (Francia e Turchia), anche se a migliori performance sono corrisposti più incidenti. Nel 2022, al secondo anno nel Circus, la pressione di ottenere buoni risultati è evidente e, per ora, non è gestita come sperato.

Oltre a venire battuto da Magnussen, poi, Mick sta mostrando un peggiore approccio anche rispetto al rookie Guanyu Zhou. Il cinese dell’Alfa Romeo, infatti, è riuscito ad andare a punti alla sua prima gara in assoluto in Bahrain, come Yuki Tsunoda dodici mesi prima.

mick schumacher

Dopo il primo appuntamento, tuttavia, Zhou non è più andato a punti con un’Alfa Romeo che, nelle mani del più esperto compagno Valtteri Bottas, appare piuttosto competitiva. Ma nonostante questo, Guanyu ha avuto picchi più alti del collega Mick con solo quattro gare all’attivo.

Anche se è ancora troppo presto per trarre delle conclusioni, l’inizio di stagione di Schumacher appare decisamente sotto le aspettative. Ora, con una vettura capace di raggiungere la zona punti e un compagno esperto da cui trarre preziosi consigli, Mick deve dimostrare di avere la stoffa che lo ha portato a vincere il campionato di Formula 2 due anni fa.

+ posts