Rahal tuona contro Grosjean: “Non è la prima volta che fa queste cose”

Rahal tuona contro Grosjean: “Non è la prima volta che fa queste cose”

5 Maggio 2022 0 Di Tommaso Pelizza

Il pilota della Rahal Letterman Racing Graham Rahal si è apertamente lamentato del comportamento in pista da parte di Romain Grosjean, dopo che i due sono venuti a contatto nella gara dell’Alabama.

Nelle battute finali della gara disputatasi al Barber Motorsports Park in Alabama, Romain Grosjean va all’attacco di Rahal, che si trova in settima posizione, proprio davanti al francese del team Andretti.

Grosjean tenta subito di rompere gli indugi, provando a sorpassare Graham all’interno di curva 5 ma i due si toccano. Romain andrà poi a colpire Rahal una seconda volta, e a causa di questo evento Rahal si infuria prima chiamandolo “Punk” in radio, e poi ai microfoni di Peacock nelle interviste post gara, in cui va ad esprimere tutto il suo disappunto.

Rahal a bordo della sua monoposto durante il weekend in Alabama
Graham Rahal durante il Gp dell’Alabama

Le parole di Rahal

Le videocamere parlano chiaro, non servono altre spiegazioni” esordisce Graham, che è molto arrabbiato, “Stavo provando a sorpassare McLaughlin all’esterno, e sapevo già che avrebbe tentato di passarmi con una divebomb, perché ero già stato avvertito di ciò”.

Sono deluso perché non è la prima volta che Romain fa queste cose. A St Petersburg ha colpito Colton (Herta), Rossi, addirittura me. Insomma ha potuto colpire chiunque gli capitasse a tiro, in qualche modo però dobbiamo assumerci le conseguenze delle nostre azioni e pulirci la coscienza.
Come mi dissero altri piloti, che per ovvi motivi non nominerò, “non puoi insegnare nuovi trucchi a vecchi cani”, e questo è prettamente stato quel che ha fatto parte della sua carriera in Europa”.

Rahal ha successivamente aggiunto delle dichiarazioni rivolte alla direzione gara dicendo: “ Se la direzione gara non vuole prendere provvedimenti, che non lo faccia. Ma quando succederò ancora, e magari Romain andrà pure in testacoda, è meglio che non mi facciano nulla, visto che in passato sono stato penalizzato per eventi molto meno gravi”.

La risposta di Grosjean

Romain Grosjean con indosso la tuta del team Andretti

La risposta del nativo di Ginevra non si è fatta certo attendere, e le sue opinioni erano molto diverse rispetto a quelle del suo rivale.
Ci siamo toccati un paio di volte, ma non è stato nulla di così grave. Questa è l’Indycar, ovvero i duelli ruota a ruota, penso sia del puro hard and good racing”

Dopo aver sentito quel che Rahal ha detto su di lui in radio subito dopo il contatto, Romain ha fornito la sua versione dettagliata riguardo al contatto, senza far nascondere un pizzico di risata: “No, è semplicemente stato un ruota a ruota molto duro. Ho staccato tardi rispetto a lui, dando una bella botta al pedale del freno, c’era più aderenza all’esterno che all’interno. Ci siamo toccati, ma non è stato un colpo troppo forte. Diciamo che è stato un colpo “gentile ed amichevole”. Evitarlo era quasi impossibile perché è molto difficile sorpassare in quel punto ed è molto facile che le ruote vadano a scontrarsi”.

+ posts