Russell: “Sono stato fortunato con la safety car”

Russell: “Sono stato fortunato con la safety car”

10 Maggio 2022 0 Di Matteo Poletti

George Russell ammette di essere stato fortunato a cambiare gomme quando è uscita la safety car, risalendo dalla dodicesima posizione in griglia alla quinta.

Dopo una deludente qualifica che l’ha visto uscire prematuramente in Q2, George Russell è stato uno dei migliori interpreti della gara il giorno successivo. Tra i pochi a partire con mescola dura, il britannico ha faticato nelle fasi iniziali, scivolando da dodicesimo a sedicesimo.

Poi, una volta presa confidenza con il tutto, ha cominciato a sfornare prestazioni sul giro costanti che lo hanno portato in settima posizione, complice anche la tornata di pit stop per i piloti davanti a lui, su gomme medie.

Quando il suo ingegnere gli ha chiesto un parere sulla strategia, Russell ha deciso di rimanere fuori e aspettare una safety car per fermarsi ai box. La situazione sembrava un po’ troppo utopistica, dato che fino a quel momento la gara era stata abbastanza calma e non si era mai dovuto fermare la corsa.

Tuttavia, quando pochi giri dopo la McLaren di Lando Norris e l’AlphaTauri di Pierre Gasly si sono toccate e la vettura numero 4 è rimasta in mezzo al tracciato, Russell ha capito che era il suo momento. Con gomme medie fresche, non ha faticato a passare il compagno Hamilton su una mescola molto più usurata e, approfittando dell’errore di Valtteri Bottas, ha chiuso la gara in quinta posizione.

Per il nativo di King’s Lynn è la quinta top 5 in cinque gare, l’unico sulla griglia a poter vantare questo risultato. Tuttavia, come già accaduto in Australia, la sua grande rimonta è stata un mix di strategia e fortuna e George non si nasconde: “Siamo stati un po’ fortunati. Con la strategia che avevamo, siamo sembrati dei geni quando è uscita la safety car, ma questo è quello che può capitare quando sei su una strategia alternativa”.

E riguardo alla performance del team: “Quinto e sesto è un buon risultato. Abbiamo deluso le aspettative in qualche circuito, soprattutto in qualifica, ma questo weekend ci è sembrato il più promettente finora. Ci aspetta comunque molto lavoro.

+ posts