Perché Mercedes ha perso prestazioni tra venerdì e sabato?

Perché Mercedes ha perso prestazioni tra venerdì e sabato?

12 Maggio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Il direttore tecnico della Mercedes Formula 1 Mike Elliott ammette che il team non capisce perché la W13 abbia perso prestazioni durante il weekend del Gran Premio di Miami dopo un promettente venerdì.

Nelle FP2 George Russell è stato il più veloce, con Lewis Hamilton che aveva concluso il venerdì con il quarto tempo. Tutto questo suggeriva che il team avesse trovato qualcosa che funzionasse sulla pista di Miami.

Tuttavia, nessuno dei due piloti è stato in grado di ripetere quel tipo di prestazioni da sabato in poi, poiché altre squadre sono state in grado di estrarre più ritmo dalle proprie vetture. Alla fine hanno concluso la gara di domenica al quinto e sesto posto, con Russell davanti a Hamilton.

Russell si è lamentato del fatto che il porpoising in curva fosse stato un problema particolare a Miami. Alla domanda sulla perdita di prestazioni durante il fine settimana, Elliott ha ammesso che Mercedes non riusciva a spiegarlo.

“Questa è davvero una buona domanda ed è una domanda a cui stiamo cercando di rispondere in questo momento”, ha detto nel debriefing pubblicato dalla Mercedes.

Il direttore tecnico della Mercedes Formula 1 Mike Elliott ammette che il team non capisce perché la W13 abbia perso prestazioni durante il weekend del Gran Premio di Miami dopo un promettente venerdì.

“Penso che se dovessi guardare alla sessione di venerdì, probabilmente sarebbe stata la più competitiva della nostra stagione finora. Tra venerdì e sabato abbiamo apportato alcune modifiche e in realtà quelle modifiche erano piuttosto piccole, ma ci sono stati anche cambiamenti nelle condizioni e dobbiamo esaminare tutti quei dati, estrarne quanta più comprensione possibile e usarli per andare avanti nelle prossime due gare.”

Elliott ha osservato che gli sforzi per controllare il porpoising stanno progredendo parallelamente al programma di sviluppo delle prestazioni già pianificato. Gli aggiornamenti dell’ala anteriore portati a Miami come parte di quest’ultimo hanno funzionato come previsto.

“Penso che sia importante differenziare due cose”, ha spiegato. “Uno è il normale percorso di aggiornamento e l’altro sta risolvendo i problemi che stiamo riscontrando con il porpoising e altre cose che stanno compromettendo le prestazioni. Quindi, le ali che abbiamo portato ci hanno sicuramente portato le prestazioni che ci aspettavamo e sono state un passo avanti.”

+ posts