WEC | Porsche presenta la Hypercar 2023. Ecco la nuova 963 LMDh

WEC | Porsche presenta la Hypercar 2023. Ecco la nuova 963 LMDh

25 Giugno 2022 0 Di Sebastiano Vanzetta

Presentata la nuova vettura di Porsche che correrà nel WEC e nell’IMSA nella categoria Hypercar. Scelti anche i piloti.

Nella giornata di ieri Porsche ha presentato al Festival of Speed di Goodwood la nuova vettura che segna il ritorno della casa di Zuffenhausen nella massima categoria dell’Endurance dopo l’ultima apparizione nel 2017 che li vide trionfare e che quindi scenderà in pista nei campionati 2023 di WEC e IMSA.

La nuova 963 LMDh sarà gestita dal Porsche Penske Motorsport, con la casa tedesca che avrà quindi il supporto dello storico team americano. La vettura ha già percorso quasi 8.000 km di test, distribuiti su vari circuiti europei come quello di Spa-Francorchamps, Barcellona e Aragon, oltre al circuito austriaco di Weissach, il “Fiorano” di Porsche. L’obiettivo, nemmeno troppo nascosto, è quello di vincere ovunque.

Un concentrato di storia e tante vetture

La 963 presentata a Goodwood è piena di richiami alla storia del marchio nell’Endurance. I colori, bianco rosso e nero richiamano quelli dei modelli più vincenti, mentre il design della vettura si ispira a quello delle 956 e 962 degli anni ’80. Inoltre, il nome 963 sembra un ulteriore omaggio alla 962 che nel 1984 esordì con una pole position alla 24 Ore di Daytona, dove farà il suo debutto anche la nuova Hypercar.

Ma non è tutto. Porsche ha infatti deciso che oltre a schierare quattro vetture ufficiali, due nel WEC e due nell’IMSA, la 963 LMDh sarà disponibile anche per team clienti già dal prossimo anno, con le scuderie interessate che presenteranno i propri programmi già nei prossimi giorni.

Oltre alle vetture del team Porsche Penske, quindi, potremo vedere altre 963 in azione in pista sia nell’IMSA che nel WEC, con quest’ultimo che vedrà la griglia delle Hypercar allargarsi ulteriormente.

Motore: un gradito ritorno

Porsche aveva in precedenza svelato che il motore sarebbe stato un V8 biturbo. Ci si aspettava quindi un’unità propulsiva basata sul 4 litri V8 che equipaggia le moderne Panamera e Cayenne Turbo GT. Ed invece il costruttore di Stoccarda ha deciso di riportare in auge lo storico 4.6 V8 che venne montato per la prima volta sulla prima ibrida di Zuffenhausen, la 918 Spyder, che fissò anche il recordo sul giro al Nürburgring.

La Porsche 918 Spyder, prima ibrida di Porsche

Questo V8 sarà quindi accoppiato all’unità elettrica che per le LMDh è standardizzata, e svilupperà, come da limitazioni di regolamento, una potenza massima di 680 CV. Il motore sarà probabilmente uno dei più “grandi” del lotto assieme a quello dell’Hypercar di Cadillac, che probabilmente monterà anch’essa un V8 da quasi 5 litri. Una scelta controcorrente rispetto a Toyota e Peugeot che hanno invece puntato su un V6 più piccolo, con quello della casa francese che è quasi la metà di quello Porsche, 2.6 litri. La scelta di Porsche potrebbe essere mirata a limitare la pressione nella camera di combustione andando a distribuire potenza, e quindi sollecitazioni, su più cilindri per aumentare l’affidabilità.

Per quanto riguarda le componenti della parte elettrica, Bosch fornirà generatore e inverter mentre Williams Advanced Engineering fornirà invece la batteria. Xtrac fornirà infine la trasmissione.

Piloti GT con qualche sorpresa

Presentata anche parte della line-up di piloti che saliranno a bordo della nuova 963 LMDh. I piloti per ora selezionati per il WEC e per l’IMSA sono i francesi Kévin Estre e Mathieu Jaminet entrambi già piloti Porsche nelle categorie GT di WEC il primo e IMSA il secondo e il danese Michael Christensen, anche lui pilota Porsche GT nel WEC così come il belga Laurens Vanthoor. Confermati anche l’australiano Matt Campbell, altro pilota GT Porsche nll’IMSA e i due piloti che sin da subito sono stati annunciati per il programma LMDh, lo statunitense Dane Cameron già vincitore di tre edizioni dell’IMSA, e il brasiliano ex-F1 Felipe Nasr, anche lui già vincitore dell’IMSA.

Ritorno un po’ a sorpresa, invece, per il tedesco André Lotterer, che corse a LeMans nel 2017 con la 919 Hybrid e che ora è stabilmente uno dei protagonisti dei weekend di gara della Formula E proprio con Porsche. Da definire ancora il ruolo del francese Frédéric Makowiecki, che ha lavorato al simulatore e portato in pista la 963 per il primo collaudo, e gli altri piloti che correranno a Sebring, Daytona e Road America.

André Lotterer

Debutto in Bahrain?

La nuova 963 LMDh debutterà in gara, come detto, alla 24 Ore di Daytona del 2023, anche se da qualche tempo il WEC ha reso disponibile la possibilità di testare le vetture 2023 già durante le tappe del campionato di questa stagione. Peugeot, infatti, debuttera con la 9X8 a Monza per la 6 Ore.

Porsche punta a poter scendere in pista per una prova generale nell’ultima tappa del WEC, la 8 Ore del Bahrain del prossimo novembre, ovviamente senza puntare subito alla vittoria quanto piuttosto all’affinare i sistemi della macchina.

+ posts