Mercedes sorride: “Mai stati così veloci al venerdì.”

Mercedes sorride: “Mai stati così veloci al venerdì.”

1 Luglio 2022 0 Di Nicola Cobucci

Andrew Shovlin ha fornito un aggiornamento sui progressi fatti dalla Mercedes, con Lewis Hamilton che ha mostrato un buon ritmo durante il venerdì di Silverstone.

L’ingegnere Mercedes Andrew Shovlin crede che l’impressionante venerdì di Lewis Hamilton al Gran Premio di Gran Bretagna dimostri che il team ha fatto un passo avanti. Il sette volte campione del mondo – e otto volte vincitore a Silverstone – ha chiuso secondo sia nelle FP1 che nelle FP2 in una giornata prima bagnata, poi asciutta.

La sua performance impressionante è arrivata dopo che il suo team ha montato numerosi aggiornamenti sulla W13 cercando di colmare il divario con Red Bull e Ferrari.

“Sembra che abbiamo fatto un passo avanti perché normalmente non siamo vicini alla vetta il venerdì”, ha detto Shovlin a Sky Sports F1.

Andrew Shovlin ha fornito un aggiornamento sui progressi fatti dalla Mercedes, con Lewis Hamilton che ha mostrato un buon ritmo durante il venerdì di Silverstone.

“Sospetto che ci sarà un po’ di più prestazione in arrivo dalla Ferrari e un po’ di più dalla Red Bull. Ma il nostro lavoro sul passo gara è stato abbastanza incoraggiante. Normalmente abbiamo mezzo secondo di ritardo, forse anche sette o otto decimi, rispetto alle squadre più veloci sul passo gara: oggi non sembrava che ci fosse.”

Shovlin afferma che la Mercedes sta imparando dai loro fine settimana buoni e da quelli meno buoni, con il loro impressionante venerdì a Silverstone che aiuta la squadra a capire ciò che funziona, non solo ciò che non funziona. Il team cercherà di proteggere la propria vettura prima delle qualifiche, avendo deciso di non apportare modifiche drastiche, come è stato visto fare nei recenti Gran Premi.

“Penso che quello che abbiamo imparato è che fare grandi passi verso le qualifiche non è una grande idea, perché se sbagli te ne pentirai durante le qualifiche e per tutta la gara”, ha continuato.

“Siamo stati piuttosto aggressivi con il modo in cui abbiamo iniziato questo weekend e potrebbe esserci ancora un po’ di prestazione in arrivo. Ciò che è incoraggiante non è tanto il circuito che funziona per noi, è che ci sono circuiti in cui l’auto funziona bene. E dato che avevamo solo tre circuiti cittadini piuttosto accidentati e a bassa velocità, abbiamo capito perché avevamo difficoltà lì. Sappiamo perché la macchina è buona qui e sappiamo perché è cattiva lì, e possiamo provare a migliorarla.”

+ posts