Aston Martin: aria di crisi e cambiamento?

Aston Martin: aria di crisi e cambiamento?

15 Ottobre 2023 0 Di Rebecca

Dopo un inizio di stagione quasi brillante, Aston Martin sta vivendo un vero e proprio periodo di crisi sotto tutti i fronti.

Nelle ultime settimane, il principale motivo di discussione riguardava il futuro di Lance Stroll, figlio del presidente di Aston Martin. Il giovane si è ritrovato una volta di più ad essere un importante punto interrogativo per il team. Soprattutto perché al centro di critiche per ciò che riguarda le sue prestazioni in pista ed un ipotetico futuro lontano dalla Formula Uno. E queste critiche si sono riversate nei suoi comportamenti, sia dentro e che fuori dai circuiti. Essendo così sempre sotto l’occhio attento dei giornalisti ed anche della FIA, che ha recentemente ammonito il canadese per atteggiamenti violenti.

Inoltre, i risultati di entrambe le vetture non sono al momento soddisfacenti e rappresentano un altro motivo di crisi. Sebbene il team principal, Mike Krack, abbia dichiarato che ci saranno ancora importanti aggiornamenti sulle monoposto, la classifica non è a loro favore. La McLaren ha infatti ridotto al minimo la distanza che aveva in campionato per il quarto posto.

Aston Martin ed il momento di crisi: ora anche un'ipotetico cambiamento, con la vendita della scuderia, sembra ormai vicino.

Tuttavia, oggi la scuderia britannica si trova sotto i riflettori (anche) per altri motivi. Un’aria di cambiamento per la famiglia Stroll? Molte testate giornalistiche, come f1ingenerale.com, sottolineano infatti che Lawrence sia intenzionato a terminare il proprio business in Formula uno e quindi a vendere la scuderia.

Alcuni vedono già l’approdo di Geely. Si tratta della più importante industria automobilistica privata cinese ed una delle più famose a livello internazionale. Nell’ultimo decennio è diventata molto conosciuta per il caso Volvo. Grazie a Geely, il mercato automobilistico europeo ha avuto una vera e propria fase di rinascita.

Con un suo ipotetico arrivo nel paddock, si aprono gli scenari per sostituire Lance Stroll. Sicuramente, con un pilota cinese in griglia gli occhi sono puntati su Zhou Guanyu; porterebbe maggior visibilità in Cina e anche sponsor importanti. Ma le voci di mercato corrono rapidamente ed il cinese non rappresenterebbe l’unica opzione per l’azienda automobilistica.

Ma non sembra essere l’unica interessata a comprare la scuderia di Silvertone. Aramco, ricca azienda saudita, è uno dei principali sponsor della Formula 1 e vorrebbe infatti ampliare i suoi affari.

Probabilmente si deciderà tutto nelle prossime settimane. Forse con l’addio definitivo della famiglia Stroll.

+ posts