Lamborghini: I primi dettagli della vettura LMDh

Lamborghini: I primi dettagli della vettura LMDh

20 Settembre 2022 0 Di Francesco Gheza

Tramite un post sui propri canali social, Lamborghini ha presentato i primi particolari della vettura che correrà nelle gare di durata.

Dopo una lunga attesa, Lamborghini ha rotto gli indugi ed ha emanato le specifiche tecniche del progetto per la vettura LMDh che debutterà nel 2024.

Si tratta del primo programma, completamente dedicato ad un prototipo di prima classe, realizzato dalla casa di Sant’Agata Bolognese.

Il debutto della vettura è previsto per il 2024 nelle classi Hypercar del FIA World Endurance Championship e GTP dell’ IMSA Weathertech Sportscar Championship.

Stando però a quanto riportato da Giorgio Sanna, responsabile della Squadra Corse Lamborghini, un debutto già alla 24h di Daytona 2024 è da ritenersi improbabile, con l’evento di Sebring che diventa pertanto la possibilità più realistica.

Non è ancora chiaro, tuttavia, se l’esordio della vettura coinciderà sia per il campionato WEC che per quello IMSA.

Tramite un post sui propri canali social, Lamborghini ha presentato i primi particolari della vettura che correrà nelle gare di durata.

LE SPECIFICHE DELLA VETTURA

Come per tutte le vetture LMDh, anche la Lamborghini sarà equipaggiata con un’ unità di potenza ibrida composta da un motore a combustione interna e da un sistema di recupero energetico specifico, capaci di erogare una potenza combinata di 500 Kw (681 cv) come stabilito dal regolamento.

Il motore a combustione interna sarà un twin-turbo da 8 cilindri con un angolo di 90º fra le bancate e un peso minimo di 180 Kg, interamente sviluppato da Lamborghini Squadra Corse.

La vettura riuscirà a raggiungere una velocità massima di 340 Km/h e peserà soli 1030 Kg a vuoto e senza conducente, perfettamente in linea con le direttive regolamentari.

Per quanto riguarda le dimensioni, l’auto avrà una larghezza massima di 2000 mm e una lunghezza di 5100 mm, mentre il passo sarà di 3148 mm.

Il telaio è stato progettato insieme a Ligier Automotive, con gli elementi in fibra di carbonio realizzati da HP Composites, storico partner della casa di Sant’Agata Bolognese nei campionati GT3 e Super Trofeo.

La decisione di collaborare con Ligier, pone il team italiano nella condizione di entrare nella massima categoria delle corse di resistenza con un fornitore di telai già affermato.

Avendo deciso di intraprendere un percorso che conduce sempre più verso i motori ibridi, anche per quanto riguarda la produzione dei veicoli di serie, il progetto LMDh rappresenterà per Lamborghini un prodotto pienamente in linea con la strategia dell’azienda, che potrà infatti avvalersi delle conoscenze maturate nelle gare di durata, al fine di arricchire le prossime generazioni delle sue auto sportive.

Tramite un post sui propri canali social, Lamborghini ha presentato i primi particolari della vettura che correrà nelle gare di durata.
+ posts