Che fine hanno fatto i piloti di Formula 2 del 2019?

Che fine hanno fatto i piloti di Formula 2 del 2019?

9 Dicembre 2022 0 Di Tommaso Pelizza

Oggi vi raccontiamo il presente dei piloti che presero parte al campionato di Formula 2 del 2019. Si va da chi ora è in Formula 1, a chi si è dato alle ruote coperte, ed anche a chi in questo momento non prende parte ad alcun campionato.

Dopo l’episodio dedicato alla griglia del 2017, oggi vi parliamo dei piloti della stagione 2019. Alcuni sono in Formula 1, altri in Formula E, altri ancora nelle ruote coperte. C’è anche chi, al momento, si è preso una pausa dalle gare.

Nyck De Vries

De Vries a bordo della ART a Barcellona

Partiamo ovviamente dal campione di quell’anno, ovvero l’olandese Nyck De Vries.
La sua stagione è impressionante, in quanto ottiene 11 podi, di cui 4 vittorie. Nyck archivia la pratica titolo a Sochi, ed a fine anno concluderà il campionato a 266 punti, con un distacco di 52 lunghezze sul secondo classificato, Nicholas Latifi.

Dopo aver vinto il campionato di F2, De Vries approda in Formula E nel 2020 correndo per la neonata Mercedes EQ. L’anno di debutto è molto positivo, in quanto riesce ad ottenere il primo podio nell’ultima gara della stagione a Berlino e concludere 11° in classifica generale con 60 punti.

Il 2021 però è un’annata da sogno, De Vries riesce a diventare campione del mondo piloti di Formula E, diventando il primo campione del mondo nella storia del campionato full-electric.

De Vries mentre celebra il mondiale

Nel 2022 ottiene la prima chance in Formula 1 guidando la Williams nelle FP1 a Barcellona. Viene poi chiamato dalla Mercedes per le FP1 di Le Castellet, dopodiché a Monza guida prima l’Aston Martin nelle FP1, poi viene richiamato dalla Williams per sostituire Alexander Albon, vittima di un’appendicite improvvisa.
Come tutti sappiamo, Nyck impressiona tutti terminando 9° alla sua prima gara in Formula 1, ed ottiene poi la chiamata dell’Alpha Tauri, che lo mette sotto contratto a partire dal 2023.

Nicholas Latifi

FIA Formula 2 Series - Round 10. Autodromo Nazionale di Monza, Monza, Italy. Sunday 2 September 2018. Nicholas Latifi (CAN, DAMS).  Photo: Zak Mauger / FIA Formula 2. ref: Digital Image
Latifi a bordo della DAMS a Monza

Il canadese Nicholas Latifi prende parte alla sua quarta stagione in Formula 2, correndo sempre per il team DAMS, squadra con cui ha debuttato in GP2 e poi progredito nella sua avventura nel campionato cadetto.

La stagione di Nicky è molto positiva, ottiene 8 podi di cui 4 vittorie, e termina l’annata con 214 punti. Nonostante ciò, il canadese non riuscirà a vincere il campionato, che va invece ad uno straordinario De Vries.

Nel 2020 ottiene la promozione da parte della Williams come pilota titolare in Formula 1 al fianco di George Russell. Nicky rimarrà nella massima serie automobilistica fino all’annata appena conclusa, in cui saluta il team di Grove, che lo rimpiazza con Logan Sargeant. Il futuro di Latifi al momento è incerto, ma circolano diverse voci su un possibile contratto in Indycar con Ganassi.

Luca Ghiotto

Luca Ghiotto

Il pilota vicentino prende parte alla stagione 2019 correndo per la Uni-Virtuosi, team che ha preso il posto della Russian Time.

Luca nel 2019 ottiene la pole position in Bahrain ed a Barcellona, vince 4 gare e totalizza 8 podi. Conclude l’annata al 3° posto in classifica, nel 2020 firma per la Hitech e conclude il campionato in decima posizione. Dopo la stagione 2020 Luca conclude definitivamente la carriera in Formula 2 per darsi alle ruote coperte, quest’anno partecipa al weekend di Monza per sostituire lo squalificato Nissany in DAMS.

Sergio Sette Camara

FIA Formula 2 Series - Test 3. Yas Marina Circuit, Abu Dhabi, United Arab Emirates. Saturday 1 December 2018. Sergio Sette Camara (BRA, DAMS).  Photo: Joe Portlock / FIA Formula 2. ref: Digital Image

Il brasiliano nel 2019 passa in DAMS dopo un 2018 passato in Carlin. Sergio conclude l’annata in quarta posizione nella classifica generale con all’attivo 8 podi, fra cui 2 vittorie.
Nel 2020 corre una gara in Super Formula, dopodiché il team Dragon lo chiama per rimpiazzare Brendon Hartley nel finale di stagione. Viene poi riconfermato nel 2021, stagione dove ottiene un 4° posto in gara 2 a Diriyah ed un 8° posto sempre in gara 2 a Londra. Sette Camara conclude la stagione con 16 punti e la 22esima posizione nella classifica generale. Nel 2022 viene ancora una volta confermato in Dragon, e la sua stagione è sorprendente ma allo stesso tempo molto sfortunata. Si dimostra molto veloce nel giro secco, tanto da accedere alla fase finale a duelli della qualifica in più occasioni, ma sia per la poca competitività della macchina, che per alcune noie tecniche, conclude la stagione con soli 2 punti in classifica piloti.

Il brasiliano prenderà parte alla season 9 di Formula E, in quanto passerà al team NIO a partire dal 2023.

Jack Aitken

Il pilota inglese con passaporto sudcoreano nel 2019 corre per il team Campos. Durante la stagione ottiene 3 vittorie, tra cui quella della feature race casalinga a Silverstone. Conclude 5° nella classifica generale con 159, nel 2020 rimane con il team di Adrian Campos, ottiene 48 punti concludendo 14° in classifica generale e prende parte al gran premio di Sakhir di Formula 1, prendendo il posto di George Russell, che nel frattempo viene chiamato dalla Mercedes per sostituire Hamilton, fermato dalla positività al COVID.

Nel 2021 corre parte della stagione di F2 sostituendo Matteo Nannini in HWA, svolgendo in round di Monaco, Baku e Silverstone, dopodiché si dedica alle ruote coperte prendendo parte al GT World Challenge. Nel 2022 compete nell’ADAC GT Masters e nella ELMS (European Le Mans Series).

Nobuharu Matsushita

Il giapponese ottiene la chiamata del team Carlin per il 2019, vince 2 gare ed ottiene altri 3 podi, concludendo il campionato in sesta posizione.
Nel 2020 passa ad MP Motorsport, team con cui trionfa nella feature race in Catalunya, dopodiché lascia la squadra per ritornare nel paese nativo e dedicarsi a Super GT e Super Formula, campionati di cui al momento fa parte.

Guanyu Zhou

Il pilota cinese debutta in Formula 2 proprio in quell’anno, correndo al fianco di Luca Ghiotto in Virtuosi.

Ottiene la pole position a Silverstone e si porta a casa il 7° posto in classifica generale, con 4 podi all’attivo.
Rimane in Formula 2 fino al 2021, dopodiché viene chiamato dall’Alfa Romeo in Formula 1, diventando il primo pilota cinese a prendere parte ad una stagione nella massima categoria delle 4 ruote.

Louis Delétraz

Il pilota svizzero nel 2019 ottiene la chiamata della Carlin, ottiene 3 podi e conclude la stagione all’8° posto in classifica generale. Nel 2020 ritorna in Charouz, Louis conclude ancora una volta il campionato in ottava posizione portandosi a casa 5 podi e conclude anche la sua carriera in Formula 2. Nel 2021 passa alle ruote coperte, prendendo parte alla 24 ore di Le Mans con la LMP2 del team WRT.

Passa poi in Prema, che nel 2022 dà inizio al progetto LMP2, ed il team vicentino conclude il campionato in quinta posizione nella classifica a squadre.

Jordan King

Jordan King, 9° nella stagione 2019 di Formula 2

L’inglese nel corso della stagione conquista 2 podi, concludendo 9° nella classifica piloti con 76 punti totalizzati.
Nel 2020 prende parte al WEC con il team LNT, guidando la Ginetta LMP1 per due gare, dopodiché viene assunto da Mahindra in Formula E e da Alpine in Formula 1 come pilota di riserva. Al momento Jordan ricopre il ruolo di tester sempre in Mahindra.

Callum Ilott

Callum debutta in Formula 2 proprio nel 2019 correndo per Charouz, rinominata in Sauber Junior Team. Durante la stagione ottiene una sorprendente pole position a Monza ed ottiene 2 podi. Nel 2020 passa in Virtuosi e lotta per il campionato con Mick Schumacher fino all’ultima gara, in cui Callum dovrà arrendersi e lasciare il titolo al pilota tedesco.

Nel 2021 non riesce ad ottenere un sedile in Formula 1, ma prende parte ad alcune sessioni di prove libere al Venerdì con Alfa Romeo, dopodiché viene chiamato dalla Juncos Hollinger in Indycar per prendere parte agli ultimi 3 round stagionali. Al momento Callum fa parte del campionato di monoposto americane, e corre sempre per il medesimo team, che lo ha confermato per il 2023.

Ilott a bordo della Juncos in Indycar

Mick Schumacher

Mick Schumacher

Così come Ilott, Mick corre la sua prima stagione in Formula 2 nel 2019, portando i colori del team Prema. Nel corso dell’anno ottiene la sua prima vittoria in campionato e si classifica 12° a fine stagione con 53 punti conquistati.

Nel 2020 vince il campionato e nel 2021 debutta in Formula 1 al fianco di Nikita Mazepin in Haas. Viene riconfermato per il 2022 dal team americano, ma alla fine della stagione saluta la massima categoria. Per lui si parla di un probabile posto in Mercedes come terzo pilota.

Juan Manuel Correa

Juan sale in Formula 2 grazie alla chiamata del team Charouz, ottiene 2 podi nel corso dell’anno, ma a Spa è vittima del tragico incidente che fu fatale per Anthoine Hubert, e che portò Juan ad un lungo periodo di riabilitazione.

Nel 2021 torna a correre nelle monoposto grazie alla chiamata di ART Grand Prix in Formula 3, squadra in cui rimane fino all’annata appena conclusa, in cui ottiene il primo podio in Formula 3 e prende parte all’ultimo weekend della stagione di Formula 2 ad Abu Dhabi, portando i colori della Van Amersfoort Racing.

Nel 2023 potrebbe ritornare in Formula 2, ma nulla è ancora confermato.

Il ricordo di Anthoine Hubert

Anthoine Hubert, campione GP3 nel 2018 e pilota appartenente all’academy Renault, approda nella serie cadetta con il team Arden. Durante la stagione Anthoine si dimostra molto competitivo, tanto da ottenere 2 vittorie, una nella sprint race di Monaco e l’altra nella feature race casalinga a Le Castellet.

Anthoine Hubert sul podio casalingo al Paul Ricard

Il destino però, si sa, a volte sa essere davvero beffardo; Anthoine infatti scompare tragicamente il 31 Agosto dopo essere stato vittima dell’incidente con Juan Manuel Correa all’uscita dell’Eau Rouge.

Dorian Boccolacci

Dorian Boccolacci a bordo della Campos Formula 2 a Sakhir

Il francese prende parte alla stagione di Formula 2 con il team Campos, ottiene 30 punti ma non conclude l’annata, in quanto lascia Campos dopo il weekend di Silverstone.
Il francese al momento corre in Porsche Cup.

Giuliano Alesi

Giuliano, gran figlio d’arte in quanto figlio di Jean Alesi, ottiene 20 punti durante la stagione classificandosi 15° correndo per il team Trident. Nel 2020 passa ad HWA Racelab, e viene poi chiamato da MP Motorsport per rimpiazzare Nobuharu Matsushita negli ultimi 3 round della stagione.

Alla fine dell’anno lascia la Ferrari Driver Academy e nel 2021 approda in Super Formula, campionato di cui fa parte tutt’ora.

Alesi alla guida della Trident

Sean Gelael

L'ex pilota di Formula 2 Sean Gelael ad Abu Dhabi

Il pilota indonesiano nel 2019 viene confermato in Prema, conclude 17° in classifica generale con 15 punti conquistati ed un 6° posto come miglior risultato. Nel 2020 viene chiamato dalla DAMS, salta 4 round per infortunio, dopodiché conclude la stagione e la sua carriera in Formula 2. Sean al momento corre nel WEC con la Oreca LMP2 del team WRT.

Nikita Mazepin

Il russo arriva in Formula 2 grazie alla chiamata della ART Grand Prix. La sua stagione però non è troppo da ricordare, in quanto totalizza solo 11 punti ed il 18° posto nella classifica generale. Nel 2020 passa ad Hitech, vincendo 2 gare e concludendo 5° in campionato. Nel 2021 passa poi in Haas, ma in Formula 1 non brilla, in quanto lotta sempre per le ultime posizioni col compagno di squadra Mick Schumacher (con cui, tra l’altro, accadono diversi attriti in pista). L’anno successivo viene riconfermato, ma poco prima dell’inizio del campionato viene licenziato dalla Haas dopo lo scoppio della guerra tra Russia ed Ucraina. Al momento non partecipa a competizioni di rilievo.

Nikita Mazepin a bordo della VF21

Mahaveer Ragunathan

Ragunathan, per gli amici “Lord Mahaveer”, prende parte all’annata 2019 con una licenza olandese. Durante la stagione offre diversi momenti memorabili, come il taglio della Sainte Devote a Monaco, ed anche le difficoltà ad uscire dalla via di fuga a Baku dopo un’escursione nelle prove libere.

Conclude la stagione al 20° posto, con un solo punto in classifica. L’indiano sarà anche l’ultimo classificato con dei punti all’attivo.

Dopo un anno di pausa dalle corse, prende parte ad un test all’Hungaroring con Alfa Romeo nel 2021 assieme al membro della Sauber Academy Théo Pourchaire. Al momento non si hanno notizie riguardo all’indiano, che non ha preso parte a nessun’altra competizione.

Mahaveer Ragunathan dopo il test con Alfa Romeo

Tatiana Calderòn

Tatiana Calderòn a Barcellona alla guida della Arden in Formula 2

Arriviamo all’ultimo protagonista di oggi, la colombiana Tatiana Calderòn.
La nativa di Bogotà riceve la chiamata della Arden per competere nella serie cadetta, in cui però non ottiene alcun punto, in quanto concluderà 22esima senza nessun punto all’attivo.

Nel 2021 l’Alfa Romeo le offre un ruolo da tester, mentre quest’anno prende parte al campionato Indycar con AJ Foyt, prima di ritornare in Formula 2 per sostituire Cem Bolukbasi in Charouz e completare la stagione.

+ posts