F1 | Quando i piloti hanno vinto un campionato Costruttori da soli

F1 | Quando i piloti hanno vinto un campionato Costruttori da soli

14 Novembre 2023 0 Di Daniele Visentin

Il 2023 di Max Verstappen è stato così dominante da fargli vincere il Campionato Costruttori da solo. Ma quante altre volte è capitato?

Per la sesta volta nella storia della F1, un pilota è riuscito a conquistare abbastanza punti da potersi confermare campione anche nel Campionato Costruttori da solo. I 524 punti di Verstappen, cioè il 67% dei punti di Red Bull (senza contare le prossime gare di Vegas e Abu Dhabi), hanno escluso Mercedes dall’eguagliarlo “in classifica”.

La stagione dominante dell’olandese gli ha permesso di demolire record su record, tra cui la percentuale di vittorie in una stagione. Il record era prima saldamente in mano ad Ascari fin dal 1952, con una percentuale del 75% di successi stagionali. Verstappen ora può minimo arrivare ad un impressionante 77,3% in 22 gare disputate.

Ma nella storia della F1, quante altre volte abbiamo visto una stagione così dominante da parte di un pilota da permettergli di “vincere” anche il Campionato Costruttori?

Lewis Hamilton – 2020

Diciamocelo, la W11 ha rappresentato una nemesi per qualunque altra squadra durante il 2020.

Un’auto praticamente perfetta portata in pista da Mercedes che ha permesso ai suoi piloti di vincere 13 gare su 17, conquistando a fine stagione la bellezza di 573 punti.

Lewis Hamilton vinse 11 delle 16 gare disputate da lui quell’anno (a Sakhir non ha corso a causa della positività al COVID) e salì sul podio 14 volte, mettendo a segno 347 punti iridati.

La Red Bull quella stagione riuscì a totalizzare 319 punti anche a causa di problemi di affidabilità e di punti persi in vari incidenti durante l’anno.

L’ultima stagione di dominio Mercedes nell’era turbo-ibrida è stata la più memorabile per la scuderia di Brackley che avrà ancora nitidi nei ricordi le imprese di quella vettura straordinaria.

Hamilton vince il campionato nel 2020

Sebastian Vettel – 2013

Un altra volta un pilota Red Bull mette a segno una stagione clamorosa, dominata dall’inizio alla fine.

Stiamo parlando di Sebastian Vettel che nell’ultimo anno prima del passaggio all’era turbo-ibrida ha messo a segno 13 vittorie su 19 gare, di cui ben 9 consecutive, segnando un record che verrà rotto solo da Verstappen nel 2023 al Gran Premio di Monza.

Il pilota tedesco, con 394 punti portati a casa, ha conquistato il suo quarto titolo mondiale consecutivo, battendo il record stabilito sempre da lui nel 2011. A parte un ritiro e due quarti posti, Vettel è sempre salito sul podio durante la sua ultima stagione da campione del mondo.

Quell’anno Mercedes si portò davanti a Ferrari di poco sulla classifica costruttori, agguantando il secondo posto a quota 360 punti, non superando il conteggio del pilota tedesco.

Vettel campione 2013

Michael Schumacher – 2004

L’ultima stagione vittoriosa del Kaiser non poteva che essere un capolavoro, accompagnato dalla leggendaria F2004 che lo ha portato a vincere 12 delle prime 13 gare.

Nelle 5 gare successive, Schumacher ha conquistato poi un altro successo, ma non è bastato agli avversari per raggiungerlo in vetta alla classifica per il titolo, consegnandogli il settimo titolo mondiale in carriera. Per 16 anni il suo record rimase intatto finché Lewis Hamilton nel 2020 non riuscì ad eguagliarlo nel GP di Istanbul.

Il tedesco di Ferrari totalizzò 148 punti (con il vecchio sistema di punteggio), mentre la BAR ne portò a casa 119 grazie a Button e Sato.

Schumacher campione nel 2004

Michael Schumacher – 2002

Michael Schumacher torna a farsi vedere in lista nella stagione del suo quinto titolo mondiale, eguagliando il record di Fangio, intatto dal 1957.

È una stagione senza eguali per nessuno e resta l’unica nella storia in cui un pilota è riuscito ad andare a podio in ogni gara della stagione.

Con 11 vittorie, 5 medaglie d’argento e un solo bronzo, il Kaiser ha conquistato il campionato piloti guidando quasi con il gomito fuori dall’abitacolo. Il compagno di squadra in Ferrari, Rubens Barrichello è invece riuscito a prendersi il secondo posto tra i piloti.

Con 144 punti totali, Schumacher ha sbaragliato la concorrenza per il titolo, ma quello che fa impressione è la differenza di punti con la Williams nel campionato Costruttori, arrivata al secondo posto con 92 punti.

Schumacher 2002

Michael Schumacher – 2001

Il Kaiser torna per l’ultima volta per la stagione 2001, dopo una battaglia serratissima con Hakkinen l’anno precedente.

Nell’abitacolo della F2001, Schumacher è salito sempre sul podio se non per due ritiri e il quarto posto a Monza, collezionando comunque 123 punti in totale.

McLaren era ancora il rivale più vicino a Ferrari in quella stagione, ma il bottino totale di 102 punti tra Hakkinen e Coulthard non è bastato per impensierire il tedesco. Il Kaiser infatti ha vinto il campionato con un grande distacco, quasi doppiando il punteggio del britannico di McLaren.

Schumacher e Barrichello festeggiano con Todt ad Ungheria 2001

Menzione Onorevole: Kimi Raikkonen – 2007

Sulla pista la classifica parla diversamente, ma i risultati ufficiali ci dicono che quell’anno McLaren non ha partecipato al campionato a causa della squalifica dopo la vicenda Spygate.

Iceman si ritrova a lottare con la scuderia di Woking per tutto l’anno, logorata dall’interno anche dalla lotta tra i suoi due piloti, Lewis Hamilton e Fernando Alonso.

Oltre ai problemi interni, per McLaren si era fatta pesante anche un’altra vicenda. L’accesso ai progetti Ferrari ha messo con le spalle al muro la scuderia inglese, che si è ritrovata squalificata a fine anno dal campionato Costruttori con 218 punti in saccoccia.

Kimi Raikkonen durante la stagione 2007 ha conquistato 110 punti mentre la seconda scuderia classificata dopo la squalifica di McLaren è stata BMW, con un bottino complessivo di 101 punti.

Raikkonen festeggia il mondiale del 2007

Fuori Pista consiglia:

F1 | Leclerc, reso noto il motivo dell’incidente in Brasile

Leclerc e Marcos: un rapporto quasi al capolinea?

Seguici sui nostri canali social se sei un grande appassionato del motorsport e vuoi seguire tutte le news! Siamo anche su Instagram e Telegram! Tutto gratuito e tutto a disposizione. Buona continuazione su Fuori Pista!

+ posts