Alonso si esprime sulle gare sprint: “Dovremmo dare la priorità ai fan”

Alonso si esprime sulle gare sprint: “Dovremmo dare la priorità ai fan”

24 Gennaio 2022 0 Di Alessio Donzelli

Fernando Alonso ha detto la sua sulle gare sprint: secondo l’asturiano bisognerebbe dare la parola ai tifosi ed ascoltare le loro proposte per migliorarle.

Nel corso della stagione 2021 è stato sperimentato un nuovo format per la Formula 1, con una gara sprint da 100 km, con la griglia delle qualifiche, che sancisce le posizioni di partenza del Gran Premio. La qualifica sprint assegna anche qualche punto: 3 per il primo classificato, 2 per il secondo, 1 per il terzo. Quelle del 2021 sono state prevalentemente esperimenti – effettuati a Silverstone, Monza ed Interlagos – al fine di poterle eventualmente riproporre negli anni successivi. Nel 2022 con ogni probabilità ci saranno 6 qualifiche sprint.

I pareri sono spesso contrastanti tra gli addetti ai lavori e gli stessi piloti. C’è chi sottolinea che migliorino lo spettacolo del weekend, mentre altri sostengono il contrario. Nel mentre, il CEO della McLaren Zak Brown ha anche spiegato come non ci sia ancora l’accordo su un eventuale aumento del budget cup a causa di questi eventi. Insomma, c’è ancora molto da definire riguardo alle sprint race.

Tra gli altri, ha espresso la sua opinione su questo format anche il 2 volte campione del mondo Fernando Alonso. Allo spagnolo la qualifica sprint è piaciuta, eppure crede che si dovrebbe chiedere l’opinione dei fan su se e come sviluppare questo format.

Alonso si esprime sulle gare sprint: "Dovremmo dare la priorità ai fan"

Il commento di Alonso

Fernando ha cominciato spiegando come abbia una “buona opinione” delle gare sprint. Alonso è stato protagonista di una partenza strepitosa nella sprint in Gran Bretagna; ha guadagnato 2 posizioni in quella in Italia; mentre ne ha perse 3 in Brasile. “Sono felice perché ha cambiato un po’ la routine a cui sei abituato nel fine settimana. Genera un po’ più di stress con una sola sessione di libere prima del parco chiuso. E poi ci sono due corse. Sì, sta andando bene per noi, e forse è per questo che ha una buona opinione delle gare di sprint”, ha detto l’asturiano, come riportato dall’edizione spagnola di Motorsport.com.

Eppure Alonso pensa che la decisione sulle sprint non spetti ai team, ma ai tifosi, i quali andrebbero consultati, poiché questo format è stato creato proprio per avere più spettacolo per i fan. “Penso che questo format sia fatto per i tifosi, per migliorare lo spettacolo e attrarre i fan diversi e nuovi allo sport. Quindi penso che dovremmo chiedere a loro e vedere cosa ne pensano. ‘Che ne dite del fine settimana? Cos’è andato bene, cosa non è andato bene?’ E se dobbiamo cambiare qualcosa, devono decidere”, ha continuato.

Alonso si esprime sulle gare sprint: "Dovremmo dare la priorità ai fan"

Il pilota Alpine ha spiegato come per i team il format sprint non sia né meglio né peggio, ma che sia semplicemente un modo diverso di approcciare al weekend di gara. Proprio per questo motivo, i fan dovrebbero avere la priorità. “Perché penso che per le squadre, non era meglio e non era peggio. Era semplicemente diverso. Abbiamo preparato il weekend in modo diverso, ma alla fine è lo stesso per tutti. Quindi penso che dovremmo dare la priorità ai fan, che dovranno dirci cosa non gli è piaciuto e cercare di migliorarlo“, ha ribadito Alonso.

Osservando quindi il sondaggio fatto da Motorsport Network per i fan (di cui abbiamo parlato qualche tempo fa), il saldo di gradimento della qualifica sprint è leggermente positivo, +6,7%. In pochissimi vorrebbero però le sprint ogni GP (-43%).

+ posts