Hamilton deludente? Per Toto Wolff è solo sfortuna.

Hamilton deludente? Per Toto Wolff è solo sfortuna.

1 Giugno 2022 0 Di Tommaso Pelizza

Il team principal della Mercedes sostiene che il 7 volte campione del mondo Lewis Hamilton, abbia avuto molta sfortuna in questo inizio di stagione, e che di conseguenza, essa lo abbia portato ad essere troppo indietro rispetto al compagno Russell.

Il pensiero di Toto

Lewis Hamilton si trova a ben 34 punti di distanza dal suo compagno George Russell, che ha già ottenuto 2 podi, ed ha terminato tutte e 6 le gare corse in questa stagione tra i primi 5.
Si è tolto invece meno soddisfazioni Lewis, che per ora ha un solo podio all’attivo, ottenuto nella gara in Bahrain, e che ha visto solo altre 2 volte la top 5, concludendo addirittura 13° e fuori dai punti ad Imola.

Secondo il team principal Mercedes Toto Wolff, la distanza così grande che separa i 2, sarebbe data anche da una serie di eventi sfortunati che hanno caratterizzato i risultati finali del nativo di Stevenage.
Lewis ha avuto molta sfortuna a Monaco, il contatto con Esteban (Ocon), l’essersi trovato bloccato da Alonso, insomma ancora una volta la sfortuna ha fatto la sua parte”.
Sia lui che George hanno lo stesso passo, quindi penso che la classifica sia abbastanza bugiarda. Alla fine penso che, prima o poi, la sfortuna (di Hamilton) finirà”.
“In una sessione di prove libere è davanti uno, mentre nell’altra è davanti l’altro, ed è un ottimo modo per lavorare insieme, perché dobbiamo portare sempre al limite la macchina”.

Toto Wolff ed i problemi della W13

La W13 ha mostrato in modo evidente tutte le sue problematiche in questo inizio di stagione, e sicuramente anche tutti questi fastidi portati dalla monoposto non sono dalla parte né di Lewis, né di George, che cercano comunque di metterci sempre una pezza. A volte ci riescono entrambi, ed a volte solo uno dei due ce la fa.
Toto ha parlato anche dell’incostanza della macchina, ma è comunque consapevole della forza della macchina: “Non è sicuramente la situazione ideale, perché a Barcellona è andata bene, mentre a Monaco invece è andata peggio, quindi il nostro passo cambia da pista a pista. Rimango però consapevole della nostra forza, che di certo non manca. Noi siamo il terzo miglior team in campionato, non siamo né il secondo, ma neanche il quarto o il quinto”.

+ posts