Disastro Cordeel: arriva la squalifica per una gara!

Disastro Cordeel: arriva la squalifica per una gara!

12 Giugno 2022 0 Di Tommaso Pelizza

Il rookie della Van Amersfoort Racing Amaury Cordeel era arrivato a Baku appeso ad un filo, in quanto possedeva 11 punti sulla patente. Un punto in più e sarebbe scattata la squalifica. Quel punto è arrivato, e Cordeel sarà quindi out dal prossimo round a Silverstone.

Amaury Cordeel, rookie di provenienza belga del team VAR (Van Amersfoort Racing), è arrivato ai 12 punti sulla super licenza. Conseguentemente è scattata la squalifica automatica dal prossimo round, che si terrà a Silverstone, come da regolamento.

Il pilota belga aveva già fatto parlare di se dopo il 3° round del campionato di Formula 2, tenutosi ad Imola, per aver raggiunto già 9 punti patente dopo soli 3 weekend di gara. A Barcellona ne ha accumulati altri 2, arrivando ad 11 e quindi anche appeso ad un filo; se a Monaco avesse accumulato un altro singolo punto, sarebbe scattata la squalifica.

Cordeel durante le prove libere del Bahrain. 
Foto di Clive Mason
Cordeel durante le prove libere del Bahrain.
Foto di Clive Mason.

Per le strade del principato Cordeel non combina guai, e se ne torna a casa “pulito”, ma nella feature race di stamattina a Baku, un contatto avvenuto nelle prime battute con l’inglese Olli Caldwell gli ha “regalato” il 12° punto stagionale, che lo porta quindi a saltare il round di Silverstone a causa della squalifica, scattata automaticamente.
Il comunicato sulla squalifica recita le seguenti parole: “La macchina numero 25 (Cordeel), non ha visto quella numero 14 che si trovava alla sua sinistra (Caldwell). I due si ritirano dopo un contatto, la cui colpa ricade sulla macchina 25. Come prevede l’articolo 39.6 del regolamento FIA della Formula 2, il pilota numero 25 è sospeso da qualsiasi evento segue il round 6 di Baku, in quanto egli ha raggiunto il limite massimo di 12 punti sulla patente”.

Amaury quindi compie quello che sembra un vero e proprio record; ovvero ottenere la squalifica da una gara dopo soli 6 round. Ma perché è arrivato a 12 punti sulla patente?

Come ha “ottenuto” 12 punti

I primi punti (4 per la precisione) arrivano a Jeddah, dove il pilota belga non rallenta a sufficienza durante le bandiere gialle, violando quindi la procedura presente nel regolamento.
A Imola, durante la feature race, ottiene prima una bandiera bianco e nera per non aver rispettato i track limits, poi 5, 10 secondi ed un drive through sempre per lo stesso motivo, ma non è finita, perché gli viene inflitto uno stop and go di 10 secondi per eccesso di velocità in pit-lane.

Proprio dopo la feature race emiliana, il pilota e gli steward si sono incontrati per riesaminare l’accaduto.
Il resoconto di questo incontro, trascritto poi nel consueto documento apposito della federazione, dirà addirittura che le molteplici infrazioni commesse dal pilota possono mettere in dubbio le sue capacità di controllo della monoposto.

Dopo il round di Imola arriverà ai già citati 9 punti patente.

A Barcellona poi, non si allinea nella sua piazzola nel modo corretto, venendo quindi sanzionato ancora una volta dai commissari di gara, ed arrivando ad 11 punti, che dopo il contatto con Caldwell a Baku diventano 12.

Le altre sanzioni

Cordeel però non è l’unico ad essere stato sanzionato in modo pesante; infatti anche il padre del pilota turco Cem Bolukbasi è stato “squalificato” dalla gara di Silverstone, in quanto non potrà assistere alla gara del figlio, a causa di pesanti disordini avvenuti nel paddock con Roy Nissany prima, e con il preparatore atletico di Nissany poi, dopo una discussione tra il pilota israeliano e Cem, a causa di un contatto avvenuto tra di loro sempre nella feature race a Baku.
Un commento sul figlio da parte di Nissany avrebbe fatto perdere la ragione al padre di Bolukbasi, che quindi ha scatenato i suddetti disordini.
Per questo lui non potrà assistere il figlio a Silverstone, mentre Cem dovrà pagare una multa di 5000 euro.

+ posts